Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 687
MODICA - 17/04/2013
Attualità - La visita vescovo Staglianò e convegno con il cardinale Don Virginio Colmegna

I "Piccoli Fratelli" festeggiano 25 anni di presenza

L’associazione è nata nell’ottobre del 1985 nella parrocchia del S. Cuore per iniziativa di sei volontari Foto Corrierediragusa.it

I Piccoli Fratelli celebrano i primi 25 anni di presenza in città con il vescovo, don Antonio Staglianò ed il cardinale, don Virginio Colmegna. Lo hanno fatto nella chiesa del Sacro Cuore dove i cento soci dell’associazione, gli assistiti e le loro famiglie si sono ritrovati. Si tratta proprio nella chiesa dove nell’ottobre del 1985 si costituì il primo nucleo dell’associazione di volontariato. Grazie all’iniziativa di sei amici, di cui tre disabili, il gruppo cominciò ad allargarsi fino a quando nel 1988 I Piccoli Fratelli si costituirono anche legalmente.

I «Piccoli Fratelli» nascono grazie anche ad una intuizione di un disabile in carrozzina che faceva parte del nucleo fondante, Alberto Portogallo, che morì da lì a poco. Ad Alberto Portogallo sono state poi dedicate una strada e la stessa cooperativa che si occupa, in collaborazione con i Piccoli Fratelli, del trasporto nei luoghi pubblici dei disabili, porta oggi il suo nome. Tante in questi anni le battaglie intraprese dai Piccoli Fratelli a tutela del disabile e dei suoi diritti senza indulgere nel pietismo ma reclamando una presenza viva nel tessuto vivo della società.

L’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici, in particolare quelli pubblici, l’installazione di ascensori adeguati ed a norma, gli scivoli per i marciapiedi, campagne di sensibilizzazione, sono stati alcuni dei temi forti dell’associazione che ha trovato nelle famiglie degli assistiti sostegno e vicinanza anche grazie alla professionalità ed alla cura con cui i 40 diversamente abili oggi assistiti sono avvicinati. I «Piccoli Fratelli» sono una realtà viva con una sede a Treppiedi nord, che ha la disponibilità di due mezzi adatti per il trasporto dei diversamente abili, donati da Bapr e Metra.

Il presidente è uno dei soci fondatore, Giovanni Bonomo, espressione di un consiglio direttivo. Il tema del convegno non è stato scelto a caso: «Una città a misura di sguardo» ha fatto riflettere i presenti e lanciato un messaggio alla politica per la promozione dei diversamente abili fino a quando non raggiungeranno un’uguaglianza sostanziale. La testimonianza di Don Colmegna, fondatore della Casa della carità a Milano, di cui è anche presidente, è stata illuminante per i giovani volontari, studenti, assistenti sociali, pensionati che sono impegnati in prima linea.