Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 577
MODICA - 12/04/2013
Attualità - Interlocuzione avviata con il direttore generale dell’amministrazione penitenziaria

Ipotesi riconversione per il carcere di Modica

Nino Minardo ha prospettato una soluzione che salverebbe, sotto forma giuridica diversa, il presidio

Si profila un’ipotesi di recupero della casa circondariale di Piano del Gesù di Modica Alta. L’interlocuzione di Nino Minardo con il direttore generale delle risorse, beni e servizi del dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Alfonso Sabella, ha portato a delineare un percorso che eviterà la chiusura della struttura. Il colloquio è seguito a seguito della interrogazione parlamentare presentata dallo stesso deputato dopo la decisione del governo di chiudere il presidio modicano e di accorparlo a Ragusa.

L’ipotesi più concreta per mantenere in vita almeno una parte del presidio è quella di cambiare innanzitutto veste giuridica. Non più, dunque casa circondariale, ma una casa famiglia protetta per detenute con bambini; in alternativa una struttura destinati a cittadini stranieri agli arresti domiciliari che non hanno un posto dove andare per scontare questo tipo di pena «In questo modo, dice il parlamentare Pdl- da un lato viene mantenuto un presidio di legalità e dall’altro una parte della struttura monumentale di grande pregio sarebbe restituita alla città.

E’ una possibilità questa molto interessante anche sotto l’aspetto sociale ed è per questo che faccio appello agli altri parlamentari della provincia di Ragusa per avviare insieme una collaborazione che possa portare a mantenere il presidio di legalità a Modica anche in altra veste giuridica che significherebbe altresì mantenimento dei livelli occupazionali». Nino Minardo ha chiesto inoltre che in ogni caso la casa circondariale di Piano del Gesù non venga chiusa fino a quando il carcere di Ragusa non sarà riqualificato, ristrutturato ed ingrandito grazie ai 71 milioni di euro del Piano carceri.