Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 633
MODICA - 03/04/2013
Attualità - Il collegio dei docenti dello Scientifico vuole mantenere la doppia intestazione

Dal prossimo anno nuovo istituto "Campailla-Galilei"

Sarà una scuola con quasi 1.200 studenti ed ingloberà i corsi artistico, classico, scientifico e professionale TIMA Foto Corrierediragusa.it

Istituto secondario di istruzione Campailla-Galilei. E’ questa la nuova denominazione del polo liceale che dal prossimo anno ingloberà il corso classico, quello artistico ed il corso professionale Tima all’interno del Liceo scientifico Galilei. Il collegio dei docenti del Galilei convocato per decidere per la nuova intitolazione della scuola, ha votato a stragrande maggioranza, 38 voti favorevoli contro 5 contrari, per la doppia denominazione. Lo scientifico Galilei, istituito da 50 anni da una costola del Liceo Classico (nella foto il corridoio centrale del Palazzo degli studi), conserva dunque il suo nome mentre il classico ed artistico intitolato a Tommaso Campailla, accorpato dal prossimo anno scolastico allo scientifico per insufficienza di numeri, poco meno di 600 alunni rispetto agli 800 previsti dal decreto ministeriale, continuerà a conservare la sua identità all’interno della nuova realtà scolastica.

Il collegio docenti del Galilei ha escluso l’intitolazione dell’istituto come «Tommaso Campailla» pur considerando il legame con la città rappresentato dal poeta-filosofo del 700’ e la centenaria storia del Liceo Classico. Dal prossimo anno dunque il Liceo Classico ed Artistico inizieranno una nuova vita all’interno dello scientifico Galilei con il quale condivideranno dirigente scolastico, direttore amministrativo e personale oltre che i docenti. La sede del Galilei di piazzale Baden Powell tuttavia non potrà accogliere tutte le classi dei due istituti accorpati, dieci del classico e quindici dell’artistico. Entrambi dunque resteranno nelle rispettive sedi del palazzo degli Studi in corso Umberto e presso la sede Carpentieri di via Modica Sorda.

Il dirigente scolastico Sergio Carrubba vede bene la nuova realtà scolastica: «Sarà un istituto con quasi 1.200 alunni. Mi pare che la scelta di mantenere i due nomi, Campailla e Galilei, seguendo strettamente l’ordine alfabetico sia la soluzione più corretta perché rispettosa della storia di ognuno dei due istituti. La scuola proporrà questa denominazione, che dovrà essere comunque approvata dal consiglio di istituto del Galilei, al ministero della P.I. per la definitiva intitolazione».