Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 588
MODICA - 24/03/2013
Attualità - E’ la novità saliente della proposta di conto consuntivo 2012

A Modica il disavanzo cala di 3 milioni

Approvato pure lo schema di bilancio di previsione 2013, in attesa di registrare il parere definitivo della sottocommissione ministeriale e della Corte dei conti Foto Corrierediragusa.it

Una diminuzione del disavanzo da 27 milioni a 24 milioni di euro, come emerso dai dati più precisi e aggiornati. E’ la novità saliente della proposta di conto consuntivo 2012 approvata dalla giunta assieme allo schema di bilancio di previsione 2013. Tre milioni di euro di disavanzo in meno quindi rispetto al precedente dato contabile inserito nel Piano di riequilibrio finanziario pluriennale approvato dal consiglio comunale il 30 dicembre 2012. Tutto questo in attesa, a breve, di registrare il parere definitivo della sottocommissione ministeriale e della Corte dei conti.

Si tratta di un parere importante che, in pratica, decreterà se il Comune potrà proseguire o meno nell’applicazione dei tagli previsti dal documento programmatico. Tagli già in atto e sui quali si innesca anche la polemica dei lavoratori di diverse categorie sociali, che temono per il loro futuro lavorativo. Il piano di riequilibrio finanziario prevede difatti tagli ai servizi e al personale. Nel malaugurato caso di pollice verso della sottocommissione ministeriale e della Corte dei conti, l’ente andrebbe inesorabilmente incontro al dissesto.

I documenti contabili adottati saranno trasmessi alla presidenza del consiglio comunale affinché sia avviato l’iter per il lavoro nella terza commissione consiliare bilancio e programmazione, e per il parere dei revisori dei conti. Dopo questo passaggio, spetterà tuttavia ai futuri consiglieri comunali, e non a quelli già in carica, adottare i due documenti contabili.

Il consiglio comunale nella sua composizione attuale decadrà difatti, come previsto per legge, 45 giorni prima delle elezioni amministrative di maggio, quindi nei primi giorni del mese prossimo. Spetterà al nuovo consesso cittadino che si insedierà dopo l’elezione del nuovo sindaco procedere all’approvazione dei due importanti strumenti finanziari propedeutici al futuro di Modica. Lo schema di bilancio di previsione 2013 è coerente ai riferimenti e alle direttive del piano finanziario di riequilibrio decennale.

Nella foto l´ingresso di palazzo San Domenico