Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1387
MODICA - 23/03/2013
Attualità - Rincari nelle park card, tutto sotto silenzio. Ma i clienti protestano

A Modica parcheggiare nelle zone blu costa di più

Un autentico salasso soprattutto per quanti sono costretti ad acquistare le schede ogni giorno

A Modica parcheggiare nelle zone blu a pagamento costa molto di più rispetto a qualche giorno fa, praticamente il 33% in media. E’ il risultato dell’aumento dei prezzi delle card da esporre sul cruscotto per evitare la multa. Da questa settimana tutti i tagli delle schede costano ben un terzo in più rispetto al vecchio prezzo. Un provvedimento passato sotto silenzio, senza preavviso da parte della stessa «Spm», la municipalizzata a capitale pubblico che gestisce il servizio dei parcheggi a pagamento, né tantomeno da parte dell’amministrazione.

Una sorta di «balzello» in più per i cittadini, che fa entrare tanti bei soldini nelle casse della «Spm», dal momento che, nei fatti, quello delle zone blu è tra i pochissimi servizi erogati dalla municipalizzata che funziona come si deve, anche se a più riprese la decina di dipendenti che se ne occupa ha lamentato ritardi nell’erogazione degli stipendi. Senza dimenticare che gli stessi addetti alla sosta non hanno ancora ben chiaro il loro futuro lavorativo. Intanto però è scattato in sordina l’aumento della park card.

«Vergogna»: è il secco commento che uno dei tanti clienti ha esclamato una volta appreso dell’aumento da parte del gestore di una edicola del centro storico, all’atto della consegna di una scheda. Il cliente era ancora fermo al vecchio costo, ma il commerciante lo ha informato che occorrevano dieci centesimi in più per il taglio di mezzora, peraltro tornato disponibile proprio in coincidenza con gli aumenti.

Le schede di mezzora sono difatti state introvabili per settimane, costringendo gli automobilisti a comperare le schede di taglio superiore, e quindi di costo più elevato, magari per fruire del parcheggio a pagamento solo per pochi minuti. Questi, nel dettaglio, gli aumenti che hanno interessato le park card in tutti e tre i tagli disponibili: 40 centesimi per mezzora, rispetto agli originari 30, con un aumento, come accennato, di dieci centesimi. 75 centesimi per un’ora, rispetto ai 60 di prima, con un aumento di 15 centesimi. Infine la «botta» maggiore riguarda la scheda da quattro ore: due euro e 40 centesimi rispetto ai vecchi un euro e 80, con un aumento netto di 60 centesimi a scheda, pari a più di duemila delle vecchie lire.

Un autentico salasso soprattutto per quanti sono costretti ad acquistare le schede ogni giorno, a cominciare dai commercianti del centro storico. Non è mai stata resa disponibile, difatti, la formula dell’abbonamento per quanti ne manifestano la necessità. E, come fanno notare commercianti e residenti, della park card non se ne può fare a meno, visto che è ormai più facile fare «sei» al «Superenalotto» piuttosto che tentare di trovare un parcheggio «free». Una circostanza di cui sia la giunta che la «Spm» sono al corrente.

E così, per un cliente tipo che acquista magari ogni giorno una scheda da quattro ore, l’aggravio mensile scaturente dall’aumento del costo per singola park card ammonta a ben 18 euro, essendo la spesa complessiva passata a 72 euro rispetto all’originaria somma di 54 euro. Commercianti e residenti ringraziano.


Incoerenze plateali
24/03/2013 | 0.07.51
Antonio Guerrieri

È insensato che si facciano questi aumenti, ostinandosi però nel non far nulla contro le migliaia di passi carrabili abusivi sparsi per la città. Il 5percento (nel migliore dei casi) paga, il resto se ne infischia.


Il meglio del peggio!!!
23/03/2013 | 11.16.36
claudio

Modica diventa sempre più il meglio del peggio!
Di per se già il discorso dei parcheggi a pagamento era già in parte fuori legge, se così possiamo dire, ma la cosa che fa ancor più rabbia è che la cosa passa nel silenzio più assoluto sia da parte della SpM, ma cosa ancor pià grave la nostra grandiosa amminastrazione ne fa un tabù! Continuimo così, rendiamo il centro storico sempre più penalizzato, essendo il solo a non disporre di parcheggi liberi. Ma almeno salviamo la SpM!!! Che onore!!!