Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 1002
MODICA - 04/10/2007
Attualità - Modica - L’arteria resta a senso unico a salire per gli altri mezzi

Via Nazionale: corsia preferenziale per gli autobus

L’assessore Aprile cambia idea: "non mi dimetto più" Foto Corrierediragusa.it

Via Nazionale resta a senso unico a salire; per gli autobus urbani ci sarà tuttavia una corsia preferenziale a scendere. E’ l’ulteriore aggiustamento del piano del traffico cui stanno lavorando l’assessore Giorgio Aprile ed i funzionari della polizia urbana.

La decisione di creare una corsia presenziale direzione S. Cuore- centro storico è innovativa ed è stata già verificata in occasione di eventi come Eurocholate; accelerare i percorsi degli urbani costituisce un incentivo per l’utilizzo del mezzo pubblico e risolve inoltre i problemi di intasamento di una arteria stretta e tortuosa come via Modica Sorda dove gli autobus rallentano il flusso veicolare. Una decisione per mantenere il senso unico a salire e l’istituzione della corsia preferenziale per gli autobus in via nazionale sarà comunque presa a fine mese quando l’assessore, il sindaco ed il comandante della polizia urbana faranno il punto della situazione alla luce della sperimentazione attuata negli ultimi due mesi.

Giorgio Aprile da parte sua non si sente in discussione né pensa di rimettere la delega « Non sono innamorato del piano del traffico ? dice ? Ho sempre sostenuto che si tratta di una fase sperimentale che può essere chiusa o confermata nel tempo. Dati alla mano si tratta di una soluzione migliorativa anche se si possono ancora apportare correttivi. Nel rispetto delle opinioni di tutti dico tuttavia che le lamentele che registriamo non sono mai state tecniche ma di carattere personale. Se a questi diversi punti di vista riteniamo di dovere dare risposte diverse dovrà essere la politica a farsene carico perché dal punto di vista tecnico il piano funziona e migliorerà con l’apertura di via Nazionale e la sua riorganizzazione viaria. «

« Sperimentare ? conferma da Roma Peppe Drago- vuol dire valutare gli eventuali effetti migliorativi. Non ho sconfessato nessuno alla riunione Udc né ho avvertito disagi particolari di sindaco ed assessore. Ho solo detto che il piano ha lati positivi e negativi che dovranno essere valutati ma non può essere la contestazione singola o di singoli a farci cambiare idea. Concluderemo questa fase sperimentale e decideremo ».

Anche Riccardo Minardo, nella sua nuova veste di esponente di Mpa, chiede di rivedere alcuni punti del piano per non penalizzare il tessuto produttivo della città. »Come è oggi strutturata la viabilità, dice Minardo, crea solo ingorghi e confusione con maggiore impiego di tempo per non parlare delle difficoltà dei cittadini di raggiungere l’ospedale ed il palazzo di giustizia». Se sulla direttrice centro S.Cuore il flusso è notevolmente migliorato grazie alla riapertura di via Nazionale gli intoppi permangono nelle ore di punta lungo l’anello della Ss115 e nei vari punti di ingresso al centro direzionale del S. Cuore dove si trovano uffici pubblici e scuole.