Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 856
MODICA - 21/03/2008
Attualità - Modica - Il manager Manno non esclude la risoluzione del contratto

Elisuperficie al buio per 20 min:
l´Ausl 7 vuol vederci chiaro

Chieste spiegazioni alla ditta che gestisce la struttura. L’inconveniente ha causato ritardi nel prestare soccorsi Foto Corrierediragusa.it

Il direttore generale dell’Ausl 7 Fulvio Manno (nella foto) vuol vederci chiaro. E mai come in questo caso espressione fu più appropriata, visto che il manager pretende spiegazioni sul perché l’elisuperficie di via Aldo Moro sia rimasta al buio per circa 20 minuti buoni, impedendo l’atterraggio dell’elicottero. E così, in casi estremi laddove anche un singolo minuto può risultare determinante per salvare una vita, l’elicottero ha dovuto girare a vuoto per quasi mezz’ora, prima di poter atterrare per caricare a bordo il paziente.

L’increscioso fatto si è verificato domenica scorsa quando, alle 20, non si sono accese le luci che indicano la pista d’atterraggio dell’elisuperficie. Manno ha allora chiesto conto e ragione al «Gruppo Servizi Associati» di Udine, che gestisce la struttura. In attesa di ricevere spiegazioni dettagliate, il manager si è raccomandato affinché un simile episodio non abbia a ripetersi, riservandosi comunque di assumere i provvedimenti del caso, a cominciare da una eventuale risoluzione del contratto di gestione.

Una presa di posizione decisa che fa seguito alla denuncia di Nino Cerruto, consigliere comunale del movimento «Una Nuova Prospettiva». Cerruto aveva chiesto di fare luce (se ci passate il gioco di parole) sull’episodio, perché non si scherza con le vite umane.