Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 737
MODICA - 22/11/2012
Attualità - Un gruppo di giovani con a capo Tonino Di Raimondo pronto a rilevare la gestione

Riapre a Natale il Super cinema "Aurora"

Occorrono circa 80mila euro per far funzionare la struttura, che potrebbe poi diventare a due sale
Foto CorrierediRagusa.it

I modicani potrebbero tornare a gustarsi i blockbuster nel cinema della propria città giusto in tempo per le uscite di Natale. Entro tale data, difatti, dovrebbe riaprire i battenti il cineteatro «Aurora», chiuso la scorsa estate a causa della crisi, dopo oltre mezzo secolo di ininterrotta attività. Un gruppo di imprenditori di Modica Alta, capitanati da Tonino Di Raimondo, potrebbe presto rilevare la gestione della struttura, chiusa dalla scorsa estate. Fitte trattative sono in corso con i sei proprietari del cinema, ovvero i componenti della famiglia Scollo, che, da decenni, hanno seguito le alterne fasi della struttura: dai tempi d’oro a quelli meno esaltanti degli ultimi mesi.

I proprietari sono difatti intenzionati a mantenere il possesso del cinema, cedendone la gestione al gruppo di giovani imprenditori. Le trattative sarebbero già a buon punto, e si tratterebbe solo di definire alcuni piccoli dettagli. Per rimettere in funzione il cinema «Aurora» occorrono non meno di 80mila euro. Bisogna rimettere a nuovo l’impianto di riscaldamento, nonché i bagni. E poi si dovrà ripensare l’intero impianto audio, adeguandolo agli standard attuali, al fine di ottimizzare l’effetto dolby surround a sette canali, senza dimenticare la nuova sala di proiezione digitale. Dalle prossime settimane, difatti, i film non saranno più distribuiti nelle sale con la tradizionale pellicola, ma in formato digitale, meno costoso e qualitativamente più elevato, potendo meglio rispettare gli standard dell’alta definizione. Il restyling interesserà anche la platea.

Un’ottima notizia, non solo per i cinefili. Inoltre il cineteatro potrebbe presto «sdoppiarsi», nel senso che le sale, e ovviamente gli schermi, diventerebbero due. I nuovi gestori stanno difatti pensando di sfruttare l’altezza dell’edificio che ospita il cinema, dividendo in pratica l’ampio locale in due piani distinti e separati. In questo modo si verrebbero a creare le sale «A» e «B» con la possibilità di proiettare due film diversi in contemporanea, ospitando un maggior numero di spettatori. In questo caso, però, l’investimento sarebbe più ingente e, di conseguenza, il progetto potrebbe concretizzarsi non prima della fine del 2013. Per il momento i nuovi gestori, una volta perfezionato l’accordo con gli storici proprietari, puntano ad una veloce ristrutturazione del cineteatro, in modo tale da poterne garantire la riapertura, come accennato, giusto in tempo per le vacanze natalizie.

L’obiettivo è difatti quello di poter ricominciare «con il botto», proiettando i film per famiglia, di animazione e non. Titoli di assoluto richiamo ed appeal, che, come ogni Natale, inondano le sale di tutta Italia. Maggiori dettagli sul raggiungimento dell’accordo si avranno nei prossimi giorni. A breve, dunque, gli operai potrebbero riaprire le saracinesche del glorioso «Aurora» per riportarlo all’originario splendore, restituendo così ai modicani il loro cinema.

Nella foto di Maurizio Melia e Luca Migliore la facciata del Super cinema "Aurora"