Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1435
MODICA - 21/11/2012
Attualità - Presentato uno studio condotto presso l’Università del’Aquila

I flavonoidi del cioccolato di Modica fanno bene

Il team coordinato da Davide Grassi ha condotto questa ricerca in un campione di 12 volontari sani ed ha accertato come l’assunzione giornaliera di 10 grammi di cioccolato sia in grado di migliorare la funzionalità vascolare

Un cioccolato ricco di flavonoidi, con grandi qualità nutritive e salutistiche. E’ quello modicano i cui dati scientifici riguardanti la barretta sono stati oggetto di studio da parte di un team di ricercatori dell’Università dell’Aquila. Lo studio è stato inoltre di recente ripreso e pubblicato dalla prestigiosa rivista scientifica statunitense Hypertension, organo ufficiale dell’AHA, l’American Heart Association.

Lo studio è firmato dal gruppo di ricerca diretto Claudio Ferri e da esso emerge che quello di Modica ha non soltanto le già note proprietà antiipertensive del cioccolato scuro ma, per il suo altissimo contenuto in flavonoidi, può anche migliorare la funzione delle arterie – rendendo la loro dilatabilità più spiccata – anche in condizioni sfavorevoli quali quelle successive all’assunzione di zucchero. «Un alimento-farmaco, insomma – ha spiegato il prof. Ferri - che associa alla componente nutrizionale le proprietà curative dei principi attivi naturali in esso contenuti». La presentazione della ricerca si è tenuta presso la sede del Centro Studi della Contea di Modica a palazzo De Leva.

Il team coordinato da Davide Grassi ha condotto questa ricerca in un campione di 12 volontari sani ed ha accertato come l’assunzione giornaliera di 10 grammi di cioccolato sia in grado di migliorare la funzionalità vascolare, riducendo anche la rigidità delle arterie. Dallo studio è anche emerso come il cioccolato realizzato a freddo protegga le arterie anche dal danno provocato da un carico alimentare di glucosio.

«Da qui – ha sottolineato Ferri – la definizione di alimento funzionale che possiamo oggi dare al cacao. D’altronde, anche secondo l’autorevole parere dell’EFSA (European Food Safety Authority) – in larga parte fondato proprio dalle ricerche condotte da Ferri e Grassi – una quantità di flavonoidi pari a circa 200 milligrammi, quale quella contenuta in 10 grammi di cioccolato nero, è in grado di migliorare la funzione delle nostre arterie e, quindi, apportare un beneficio alla nostra salute».