Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 949
MODICA - 18/03/2008
Attualità - Modica - L’Assostampa chiede all’editore di rivedere la posizione

Sarebbero una trentina
i licenziamenti a VM?

Carpentieri parla di decisione sofferta per il rilancio della Tv Foto Corrierediragusa.it

Pare sarebbero una trentina, ben oltre i 21 dichiarati, i licenziamenti decisi a Video Mediterraneo. Alcuni giornalisti parti time sarebbero già stati licenziati alcune settimane fa. A loro di sono aggiunti altri due colleghi part time e una giornalista full time. Chiuse le redazioni di Gela e Palermo e a casa anche una ventina tra operatori tecnici e responsabili del settore marketing.

L’editore Carmelo Carpentieri ha deciso di procedere ad una ristrutturazione aziendale alla luce delle difficoltà di mercato incontrate negli ultimi tempi dovute alla insufficienza delle entrate pubblicitarie e di alcuni programmi assicurati da centri di produzione nazionale, diffusi a livello locale. L’editore ha comunicato ai sindacati che il personale licenziato sarà quello con minore anzianità anagrafica e di famiglia, di ultima assunzione, per non appesantire ulteriormente una situazione difficile.

L’editore si è anche impegnato a saldare il pregresso, due mesi di stipendio, dovuto ai dipendenti entro la fine di questo mese. Carpentieri parla di decisione sofferta ma inevitabile alla luce della stagnazione economica che investe tutti i settori della vita cittadina. L’editore tuttavia ha confermato il suo impegno e la sua voglia di rilancio dell’emittente grazie anche al conforto dei dati di penetrazione e di ascolto registrati nell’ultima rilevazione.

Sulla vertenza prende posizione l´Assostampa Ragusa. Pubblichiamo integralmente la nota del segretario provinciale Gianni Molè:

Il piano di ridimensionamento occupazionale proposto dal gruppo editoriale Video
Mediterraneo è un segnale preoccupante per il mantenimento degli standard qualitativi della programmazione e della proposta di informazione del gruppo stesso.

La segreteria provinciale in questa difficile vertenza punterà a salvaguardare innanzitutto i livelli occupazionali che sono garanzia di un’informazione attenta e scrupolosa per affrontare le complesse problematiche del territorio e soprattutto punterà a non far venire meno, nell’ambito dell’auspicato pluralismo
dell’informazione in questo particolare e delicato momento preelettorale, una voce di riferimento in provincia di Ragusa e in Sicilia.