Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 998
MODICA - 17/10/2012
Attualità - Assemblea di artigiani e piccoli e medi imprenditori a palazzo della Cultura

Cna chiede il rispetto degli impegni all´amministrazione

I ritardi nei pagamenti, da sei a dodici mesi, rischiano di mandare in crisi le aziende e non sono stati pochi a preannunciare licenziamenti a breve se non arriverà il pagamento dei crediti vantati

Grido di allarme delle piccole e medie imprese. L’assemblea convocata dai vertici della Cna ha fatto toccare con mano tutte le difficoltà in cui si dibattono piccoli imprenditori ed artigiani soprattutto per quanto riguarda i pagamenti di servizi resi agli enti locali e non saldati.

I ritardi, da sei a dodici mesi, rischiano di mandare in crisi le aziende e non sono stati pochi a preannunciare licenziamenti a breve se non arriverà il pagamento dei crediti vantati. Emblematico l’intervento di Giorgio Puccia, titolare dell’impresa che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti che vanta due milioni e mezzo di euro dal comune. L’assemblea, tenutasi a palazzo della Cultura, ha visto presenti i vertici provinciale dell’associazione di categoria; il presidente Giuseppe Massari, il segretario Giovanni Brancati, il presidente della Cna modicana Piero Bonomo e il responsabile organizzativo Carmelo Caccamo.

«Le nostre azioni di protesta e di incontro – affermano i vertici Cna – non finiranno fino a quando non ci saranno risposte rapide. Sono state prospettate anche delle giornate di chiusura delle aziende». La Cna di Modica sta pensando inoltre ad alcune azioni eclatanti in difesa della zona artigianale di Michelica che versa in uno stato di degrado ed abbandono. Un contenzioso è aperto con l’amministrazione anche per lo scioglimento dell’Art. Gest e per l’imposizione al massimo dell’aliquota dell’Imu per le imprese artigiane insediate a Michelica.