Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 819
MODICA - 10/10/2012
Attualità - Il recupero della chiesetta di S. Venera grazie ad un fondo speciale

L´attività del Centro Studi della Contea di Modica

In programma la seconda edizione di "Fieramente in Fiera" a fine maggio. Giorgio Galfo nuovo socio del sodalizio
Foto CorrierediRagusa.it

Il Centro Studi sulla Contea di Modica continua il suo impegno per la valorizzazione dei Beni culturali. Anche per il nuovo anno sociale l’azione dei soci sarà concentrata sul recupero di alcuni beni monumentali grazie a donazioni e contributi da parte di privati ed associazioni. Il presidente Paolo Failla (nella foto) nel corso della prima assemblea dell’anno sociale ha rimarcato la «mission» del Centro Studi che nel corso dei venti anni di attività ha già acquisito emesso a disposizione della città beni come la chiesetta di S. Niccolò e la lunetta di Berlòn.

Per il 2013 il Centro studi ha invece assunto il progetto di recupero e restauro della chiesetta di S. Venera a suo tempo acquistata dal Centro Studi. Il progetto, curato dall’ing. Giorgio Linguanti, socio del club, è stato inoltrato alla Sovrintendenza ai Beni Culturali per l’approvazione. L’impegno economico per il recupero di S. Venera per Centro studi sarà di circa 15 mila euro. I fondi sono stati in parte già depositati in un fondo speciale che si avvale di una donazione di 5 mila euro da parte di Marilù Floridia per conto di Clementina Floridia, recentemente scomparsa, un contributo di 1.500 euro da parte della Fondazione Grimaldi e di un’altra donazione, ancora da determinare, da parte dell’Inner Wheel di Modica. Altre risorse saranno recuperate con iniziative che nel corso dell’anno il centro studi promuoverà.

Tra queste, come ha annunciato la vicepresidente Gina Ricca, la seconda edizione di «Fieramente in Fiera». Si tratta di una mostra – mercato che si terrà a fine maggio per iniziativa del sodalizio con la presenza di qualificati espositori provenienti da tutta la Sicilia di vari settori merceologici. La vicepresidente Gina Ricca ha anche presentato il «Cubo – salva Modica«. Si tratta di un grande cubo, realizzato da maestranze locali, che sarà posto nei più frequentati siti turistici della città dove i turisti ed i visitatori potranno lasciare le loro impressioni, i loro suggerimenti e le loro idee per migliorare la ricettività, l’accoglienza in città e la fruizione dei monumenti.

Tra le iniziative culturali il Centro Studi organizzerà conferenze e dibattiti presso la propria sede di palazzo De Leva che vuole essere punto di riferimento per tutta la città. Il presidente ha annunciato una conferenza sulla figura dello storico Enzo Sipione ed un convegno sull’alluvione di Modica del 1902. In apertura dei lavori il presidente Failla ha presentato ai numerosi soci Giorgio Galfo, modicano, bancario, che è entrato a far parte della grande famiglia del Centro Studi. Giorgio Galfo ha donato documenti storici e pubblicazioni aventi per tema la Contea di Modica al sodalizio.