Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1319
MODICA - 01/10/2012
Attualità - Intanto il pagamento di uno stipendio annunciato ai comunali via sms

Arretrati di 6 mesi, operai "SpM" in stato di agitazione

La Cgil ha chiesto al sindaco un incontro urgente per capire quali sono le intenzioni dell’amministrazione

Un sms gradito quello che si sono visti recapitare nella serata di sabato i dipendenti comunali. Era la comunicazione che da lunedì lo stipendio di luglio sarebbe stato accreditato sui conti correnti. Una boccata di ossigeno per i dipendenti che restano comunque in agitazione ed attendono l’incontro con il sindaco in settimana per capire se e come l’amministrazione intende pagare gli stipendi maturati da qui alla fine dell’anno.

Situazione molto fluida con lavoratori delle cooperative ed operatori ecologici sul piede di guerra. Sei le mensilità da pagare invece agli operai e dipendenti della Servizi per Modica che da ieri sono in agitazione ed hanno proclamato una giornata di sciopero per giovedì 11.

Dice il segretario Cgil Funzione Pubblica, salvatore Terranova: «I dipendenti sono ormai sprovvisti delle risorse necessarie per recarsi al lavoro, come la provvista di carburante per l’auto. Non paga la scelta dell’attesa e dialogo tra le parti, con, da un lato, lavoratori e sindacato e, dall’altro, Amministratore Unico e Amministrazione comunale, perché in questi ultimi due mesi tali legittimi percorsi non hanno prodotto i risultati che tutti si sarebbero aspettati. Dagli incontro avuti con il sindaco ed i due Amministratori era stato strappato l’impegno di effettuare alla SPM un mandato con un importo sufficiente per pagare almeno due mensilità (maggio e giugno) per mettere il personale in un contesto minimo di sopravvivenza, ma alla data odierna non ci risulta che l’ente abbia onorato l’impegno, trasmettendo alla tesoreria comunale il mandato concordato».

La Cgil ha chiesto al sindaco un incontro per capire come l’amministrazione intende affrontare l’emergenza.