Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 720
MODICA - 27/09/2012
Attualità - Niente certezze da qui alla fine dell’anno. L’amministrazione illustrerà piano pagamenti

Tre stipendi arretrati ed il sindaco chiede pazienza!

Lunedì assicurato il pagamento di una mensilità ma sindacati e dipendenti sono molto preocccupati

Situazione caldissima ma il sindaco ed i suoi assessori chiedono pazienza. «Ci stiamo impegnando» dicono ma ai dipendenti non basta perché vivere con tre mesi di arretrato sulle spalle e soprattutto con nessuna, o scarsa, certezza sul futuro da qui alla fine dell’anno non è facile. Da qui la rabbia ed anche le accuse personali nei confronti del sindaco che è andato in Cina a promuovere l’immagine della città, le proteste perché sabato si corre il Peppe Greco e sono stati anticipati 20 mila euro per finanziare la manifestazione, e tutta una serie di recriminazioni che hanno acceso gli animi nel corso dell’assemblea tenuta nell’aula consiliare. Stasera il confronto si potrebbe ripetere nel corso della seduta del consiglio comunale visto che i dipendenti ed i loro leader sindacali si sono dati ancora appuntamento. Le rassicurazioni dell’amministrazione non sono bastate. Il dirigente del settore finanziario, chiamato in causa dai dipendenti, ha dato prima il bastone e poi la carota. Gli oneri per gli stipendi a palazzo S. Domenico sono troppi ed i soldi non bastano, ha detto Angelo Sammito, che ha poi confermato, in questo sostenuto dal vicesindaco Giorgio Cerruto, che lunedì lo stipendio di luglio sarà in pagamento. Per agosto e settembre bisognerà attendere le rate di stato e regione anche se nessuno si nasconde dietro il dito.

Con quelle somme infatti bisognerà anche pagare cooperative, operatori ecologici, rate di mutui e forse si potrà pagare solo un altro stipendio. Nel frattempo c’è chi ha fatto le pulci all’amministrazione con un conto molto spicciolo deducendo che con le entrate sulle quali il comune potrà contare da qui alla fine dell’anno si potranno pagare al massimo tre stipendi con buona pace di sindacati e lavoratori. Gli assessori tuttavia non hanno affrontato per il momento questo aspetto e si sono piuttosto concentrati sull’assemblea e su quanto successo nel corso dei lavori. Hanno cercato di difendere il sindaco Antonello Buscema.

«Non è scappato – hanno detto – il sindaco segua costantemente l’evolversi della situazione e l’azione di pressione che gli assessori e i dirigenti competenti stanno facendo nei confronti della Regione e dello Stato per ottenere l’accreditamento delle somme che si attendono e che sono necessarie per garantire il pagamento degli stipendi. Il sindaco, insieme a tutti noi assessori e ai responsabili dei settori finanziari, ha dedicato ogni singolo giorno di questi ultimi quattro anni ad affrontare la situazione finanziaria del Comune di Modica». Una difesa d’ufficio che non è piaciuta ai sindacalisti che vogliono l’interlocutore principe della vertenza.

Dice il vicesindaco, Giorgio Cerruto: «Lunedì saranno pagate le retribuzioni e nella prima settimana di ottobre - in presenza del sindaco - l´amministrazione presenterà a tutti i dipendenti il piano dei pagamenti da ora fino alla fine dell´anno». E’ quello che chiedono da tempo Cgil, Cisl ed Uil e non sono ancora riusciti ad ottenere.


chi è partito?
27/09/2012 | 22.16.15
Marcello Rosa

gradirei saper chi fa parte del gruppo vacanze in cina ?
ma a chi potrebbe interessare ad una nazione di oltre 1 miliardo di persone di una Città, seppur con orgoglio stupenda, di appena 52.000 anime? comprendo che è il giusto premio per l´operosità del sindaco a della sua squadra per la qualità della vita "grama " che sta facendo passare ai concittadini . Comunque alle prossime elezioni li manderemo tutti "a Malta"o a "Zappudda".