Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1013
MODICA - 28/09/2007
Attualità - Modica - Il contestato nuovo piano della viabilità

I commercianti bloccheranno
il traffico la prossima settimana

"Saremo in tanti e percorreremo tutte le vie della Sorda" Foto Corrierediragusa.it

L’intervento di Mommo Carpentieri sul nuovo piano di viabilità al quartiere S. Cuore ridà fiato a commercianti, residenti, utenti della strada. Questi vedono nel vicepresidente della provincia l’arma con la quale possono far breccia nella tenuta di sindaco ed assessore che per un mese hanno difeso fino in fondo il piano. I commercianti , in particolare quelli di via S. Giuliano e di via S. Cuore, non demordono.

"Siamo pronti a scendere in piazza per manifestare tutto il nostro disappunto ?dice Saro Vindigni - Residenti, artigiani e commercianti ci hanno dato il loro sostegno. Sfileremo lungo via S. Cuore, percorreremo Via Moro, via Resistenza Partigiana e finiremo in piazza Libertà. Abbiamo avanzato già la richiesta ai vigili urbani ed alla polizia e nei prossimi giorni decideremo la data. Sicuramente la prossima settimana. Saremo in tanti, questo è sicuro ».

Il corteo rischia di mandare in tilt tutto il sistema viario visto che sfilerà lentamente ed ha il malcelato intento di fare esplodere in modo eclatante la protesta. I commercianti sono delusi dall’amministrazione e da Piero Torchi in particolare « Ci aveva assicurato una risposta sul ripristino del doppio senso di circolazione in via S. Cuore nel giro di quattro, cinque giorni; nessuno l’ha sentito. Sintetizzo in modo brutale; siamo maledettamente incazzati » conclude Saro Vindigni.

Anche i residenti non ce la fanno più; i ritardi sui luoghi di lavoro sono diventati la norma nonostante tutti siano costretti ad anticipare i tempi di partenza dalla propria casa, per attraversare solo il S. Cuore dalla zona commerciale nell’ora di punta ci vogliono almeno trenta minuti. « Ci mettono anche gli scerbatori con i loro mezzi che invadono le strade , le scuole guida che fanno esercitare i loro clienti proprio nelle ore più critiche, i mezzi pesanti che non sono deviati per strade alternative e non si vede un solo vigile urbano ? dice un professionista abitante a Treppiedi sud ? Ci vogliono le pattuglie dei vigili motorizzate che intervengano nei punti critici dove si creano gli intoppi. Il traffico a Modica è diventato il problema numero uno ed il sindaco deve intervenire con provvedimenti drastici pena la perdita del consenso di cui gode ».

Ieri è stata l’ennesima giornata di passione per gli automobilisti. Una coda interminabile si è creata lungo il viadotto Guerrieri e per tutto l’asse del polo commerciale. Un incidente nel quale sono stati coinvolti un auto ed un camion è stato la causa delle code che si sono protratte per un paio d’ore con gravi ripercussioni in tutto il quartiere. L’amministrazione sembra riflettere ma vuole ancora temporeggiare prima di prendere una decisione la riapertura della via Nazionale. Proprio oggi alle 11 è stata convocata una conferenza di servizio nella sede della protezione civile a Ragusa per discutere della riapertura della via Nazionale . Questa potrebbe essere più imminente del previsto e dare così sollievo ad un sistema che nelle ore di punta si avvita regolarmente su se stesso.