Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1110
MODICA - 24/09/2012
Attualità - Ospitata a Modica al Palazzo della Cultura - Sala auditorium Triberio, Corso Umberto I, 149

Mezzo secolo di storia nella mostra fotografica Conad

La mostra si intitola "Italiani nel dettaglio la mostra fotografica", ideata e promossa da Conad in occasione dei 50 anni della sua fondazione Foto Corrierediragusa.it

Ospitata a Modica al Palazzo della Cultura - Sala auditorium Triberio, Corso Umberto I, 149, la mostra fotografica ideata da Conad e curata dall’agenzia Contrasto. In esposizione anche alcuni scatti delle famiglie italiane sui meravigliosi anni ’60.

È l’evento pubblico principale del progetto di cultura d’impresa che, in occasione dei 50 anni di Conad, mette in relazione una storia d’impresa, di valori sociali e di solidarietà con i principali cambiamenti che hanno interessato l’Italia dal 1962 ad oggi.

La mostra si intitola "Italiani nel dettaglio la mostra fotografica", ideata e promossa da Conad in occasione dei 50 anni della sua fondazione. L’esposizione itinerante in sole 8 città italiane, inaugurata oggi a Modica (l’esposizione continuerà fino al 29 settembre), rientra all’interno delle celebrazioni messe in campo dal Consorzio Nazionale Dettaglianti in occasione del 50° anniversario della sua fondazione e dell’Anno Internazionale delle Cooperative proclamato dalle Nazioni Unite. In mostra immagini dei grandi fotografi dell’agenzia Contrasto e dell’archivio storico di Conad, vero e proprio racconto in forma di immagini sui cambiamenti degli stili di vita degli italiani. In esposizione anche gli scatti realizzati appositamente da Massimo Siragusa e Lorenzo Pesce, fotografi di Contrasto.

Italiani nel dettaglio è un progetto di cultura d’impresa di portata più ampia che ha lo scopo di raccontare il mondo Conad nei suoi primi 50 anni.

Mezzo secolo in tre percorsi La mostra si articola in tre percorsi.

Cinquant’anni di storia italiana
La sezione storica ripercorre il cammino di gruppo di commercianti che, tra la fine degli anni ’50 e i primi anni ’60, decisero di affrontare insieme il mercato mettendo da parte ogni individualismo. Da quella scelta nacque l’insegna CONAD che in mezzo secolo è diventata la seconda catena italiana della distribuzione commerciale in Italia. Le immagini raccontano questa storia, per molti aspetti inedita, che si intreccia con i
principali cambiamenti sociali e del mondo del commercio.

Italia, 1962
La sezione presenta una selezione delle oltre duemila immagini pervenute attraverso il concorso fotografico promosso da Conad, sempre nell’ambito delle celebrazioni per i 50 anni. Nei mesi di marzo e aprile il Consorzio ha infatti invitato gli italiani a raccontare gli anni ’60 attraverso le fotografie di famiglia, senza porre alcun vincolo sul soggetto, in modo da poter ricostruire, con uno sguardo sufficientemente ampio, i «favolosi Sessanta». Immagini scattate sul territorio nazionale nel decennio 1960-1969, che ora costituiscono una testimonianza straordinaria e inedita sulla vita quotidiana del nostro paese in un decennio che ha cambiato per sempre le aspirazioni, i costumi, le relazioni private e pubbliche.

I luoghi e le persone
La terza sezione della mostra, infine, è stata affidata a due noti autori dell’agenzia Contrasto, Massimo Siragusa e Lorenzo Pesce, che hanno fotografato luoghi, spazi, persone, titolari, dipendenti e clienti del mondo Conad, dalla Sicilia al Piemonte, documentando caratteristiche comuni al sistema Conad, ma con un’attenzione alle specificità locali.

I fotografi
Nato a Catania, Massimo Siragusa è rappresentato dall’agenzia Contrasto dal 1989. Le sue fotografie sono state pubblicate sulle più importanti testate italiane e internazionali. Ha vinto quattro World Press Photo, è autore di una decina di libri e numerose pubblicazioni. Il suo viaggio nel mondo Conad, dal Piemonte alla Sicilia, si è svolto nei primi mesi del 2012.

Nato a Roma e vissuto negli Stati Uniti, Lorenzo Pesce è uno degli autori italiani di Contrasto più apprezzati per la capacità di «entrare nelle vite delle persone – a volte anche nelle case – ma sempre in punta di piedi». Nei primi mesi del 2012 ha trascorso diverse giornate nei punti vendita di Conad, dove ha fotografato famiglie, studenti, commesse, titolari degli esercizi associati.

Italiani nel dettaglio a Modica
«La mostra che ospitiamo a Modica vuole coinvolgere i cittadini ed i consumatori del nostro territorio sulla storia del commercio nel nostro paese e sulla capacità degli imprenditori dettaglianti di lavorare insieme per crescere e svilupparsi. Questo modello imprenditoriale cooperativo è stato applicato con successo anche a Modica dove 38 anni fa alcuni dettaglianti lungimiranti hanno costituito Conad Sicilia che successivamente si è affermata in Sicilia orientale e che è oggi la più grande cooperativa del Sud Italia e gestisce l’insegna CONAD, l’unica di sostanza nel panorama distributivo per chi vuole continuare a fare l’imprenditore dettagliante» afferma Giorgio Ragusa Direttore Generale di Conad Sicilia.

Il nostro impegno per lo sviluppo sociale del territorio
E´ stato sottolineato l’impegno di Conad e di Conad Sicilia per lo sviluppo sociale del territorio in cui opera anche attraverso lo sport. Difatti da 20 anni Conad Sicilia sostiene Conad Scherma Modica e questa partnership negli anni ha permesso l’affermazione di diversi giovani schermitori, tra cui Giorgio Avola che lo scorso 5 agosto ha conquistato la Medaglia D’oro alle Olimpiadi di Londra 2012. «Possiamo oggi dire che abbiamo contribuito all’affermazione di un campione» afferma Giovanni Calabrese Presidente di Conad Sicilia.

All´evento, oltre ai gruppi dirigenti di Conad Sicilia e Conad Scherma Modica, erano presenti rappresentanti di Homina Pdc Comunicazione, il Sindaco di Modica Antonello Buscema, il campione olimpico Giorgio Avola e diverse autorità istituzionali.