Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 959
MODICA - 19/09/2012
Attualità - Il sindacato Confsal prende le difese del presidente del Modica

Piero Cundari ecclissato. La questione "Caitina" resta sempre aperta

Giovedì seduta del consiglio comunale per discutere della mozione presentata da Paolo Nigro
Foto CorrierediRagusa.it

Piero Cundari (nella foto) è scomparso. Il presidente non ha gradito le polemiche attorno alla sua persona ed alla vicenda della convenzione per l’affidamento del polisportivo della «Caitina» al Modica calcio e si è eclissato. Domenica sul neutro di Scicli il presidente non si è visto e non c’era neppure il suo braccio destro, Fabio Danese. I due hanno seguito in collegamento telefonico l’evolversi della gara ma hanno pensato bene di stare alla larga dalla squadra, almeno fino a quando la vicenda campo sportivo non si chiarisce.

La seduta del consiglio comunale che doveva essere dedicata all’argomento prevista per la serata di lunedì è slittata a giovedì e molto dipende dai chiarimenti che verranno fuori. A prendere le difese del presidente del Modica è sceso in campo il sindacato Confsal che ricorda che «Cundari ha riportato la squadra in» campo» dopo che vari imprenditori modicani, un anno fa, rinunciarono a rilevarla, forse scoraggiati dalle difficoltà economiche della società sportiva, piuttosto che dal periodo poco felice in cui versa l’economia locale e nazionale.»

La Confsal non entra nel merito della convenzione sottoscritta tra sindaco e presidente del Modica e chiede che si facciano delle proposte alternative ad una eventuale disimpegno del presidente Cundari. La Confasl si rivolge in particolare agli imprenditori locali perché sia elaborato un progetto per ritornare a giocare al più presto al «Caitina».

Il segretario del Confsal, Giorgio Iabichella, lancia anche un allarme: « L’imprenditore siracusano potrebbe anche portarsi dietro la squadra del Modica Calcio, lasciando la lasciando la città senza una squadra decente, palesando la situazione disastrosa che l’Amministrazione Buscema ha causato negli altri ambienti cittadini».


vergogna
19/09/2012 | 14.20.06
salvatore

tutti questi consiglieri dovrebbero vergognarsi di come si stanno comportando.prima ostocolano i lavori al caitina con motivazioni alquanto banali poi offendono il presidente del modica colpevole di aver a proprie spese tentato di sistemare il caitina.alla fine pero quando dovevano rispondere ai tifosi ealla cittadinanza cosa fanno disertano il consiglio comunale.VERGOGNA gli arroganti siete voi.