Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 436
MODICA - 06/09/2012
Attualità - Paolo Failla, vicepresidente provinciale di Federalberghi, chiarisce l’iniziativa

Tassa di soggiorno Modica: consorzio per la gestione

La proposta di istituire un Consorzio pubblico-privato che possa gestire autonomamente e in forma assolutamente gratuita il contributo derivante da questa tassa potrebbe essere accettata

Paolo Failla, vicepresidente provinciale di Federalberghi chiarisce la proposta della associaizone sulla recente proposta di istituzione di un consorzio pubblico-privato ed alla relativa tassa di soggiorno sul territorio comunale di Modica.
«E´ vero – precisa Failla – che il Comune di Modica, adeguandosi alla normativa nazionale, ha deciso di istituire una tassa di soggiorno, ancorché minima, nella nostra città. E´ vero, altresì, che Federalberghi si è dichiarata sin dall´inizio assolutamente contraria, dato anche il momento di difficoltà in cui ci troviamo. Ma è vero pure che il Comune di Modica, per dichiarazione stessa dell’assessore al Turismo, Giorgio Cerruto, non è in grado di realizzare, per le esigue risorse di cui dispone, una giusta promozione e commercializzazione del territorio, che, infatti, a Modica sono sempre mancate.

A questo punto, la proposta di istituire un Consorzio pubblico-privato che possa gestire autonomamente e in forma assolutamente gratuita il contributo derivante da questa tassa potrebbe essere accettata in quanto sarebbero gli imprenditori locali del settore ad effettuare quella politica di promozione del territorio finora mancata e a risolvere gli annosi problemi riguardanti la segnaletica, l’apertura dei siti storici e quant´altro, dando alla città quella connotazione turistica che merita.

L’obiettivo è quello di far diventare Modica, per le caratteristiche peculiari e di eccellenza che possiede, tappa obbligata per chi intraprende un viaggio in Sicilia. Un obiettivo che potrà essere raggiunto solo con l’impegno di chi è addetto ai lavori e in presenza dei fondi necessari».