Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 807
MODICA - 26/08/2012
Attualità - I 14 tunisini responsabili della rivolta nel centro di prima accoglienza

Immigrati rivoltosi a Pozzallo, arresti convalidati

Gli immigrati facinorosi restano quindi in carcere, come deciso dal gip Antongiulio Maggiore

Convalida degli arresti per i 14 tunisini responsabili della rivolta nel centro di prima accoglienza di Pozzallo, arrestati da Squadra Mobile, Carabinieri e Guardia di Finanza nei giorni scorsi. Gli immigrati facinorosi restano quindi in carcere, come deciso dal gip Antongiulio Maggiore, dopo gli interrogatori di garanzia svoltisi alla presenza del difensore degli immigrati, l´avvocato Giorgio Terranova. Otto tunisini sono stati interrogati nel carcere di Ragusa, gli altri sei in quello di Modica. I 14 immigrati sono accusati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Le forze dell’ordine hanno difatti dovuto sudare le classiche sette camice prima di sedare la rivolta, cocnlusasi con il ferimento lieve di un poliziotto e di un militare e che ha provocato anche ingenti danni alla struttura d’accoglienza della cittadina marinara. Restano quindi in cella Attia Elhadi, 34 anni; Hamed Mesrati, 48 anni; Alì Aymen, 31 anni; Boussef Saber, 22 anni; Gabsi Abdelkrim, 24 anni; Jebali Manssef, 31 anni; Tahar Kraiem, 26 anni; Sayar Rabie, 29 anni; Fadalaoui Mehdi, 28 anni; Ahmed Zaoui, 28 anni; Sarhane Rami, 22 anni; Slimani Fahmi, 24 anni; Anis Slimani, 22 anni, e Mohamed Saadali, 23 anni. Sono invece ricercati i tre maghrebini riusciti a fuggire durante la protesta, quando il nutrito gruppo di clandestini era salito sul tetto della struttura, dopo averla devastata. Gli immigrati avevano lanciato contro le forze dell’ordine tutto il materiale a portata di mano: sedie, faretti, scarpe ed estintori.