Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 925
MODICA - 23/08/2012
Attualità - Lo assicurano il commissario straordinario Scarso e Mommo Carpentieri

Carabinieri in centro storico a Modica entro l´anno

La caserma dei militari in piazza Matteotti non si tocca

La caserma dei Carabinieri in piazza Matteotti non si tocca. Il commissario straordinario alla Provincia, Giovanni Scarso, mette a tacere tutti i dubbi e conferma che entro l’anno i Carabinieri prenderanno possesso dell’immobile. Giovanni Scarso sostiene quindi in pieno la tesi dell’ex presidente della provincia, Mommo Carpentieri, che è intervenuto sulla questione dopo che l’associazione Ingegni ha sollevato più di un dubbio sulla opportunità che nell’ex convento del Carmine di piazza Matteotti, recuperato e ristrutturato, venga destinato il presidio dei Carabinieri che di fatto limiterà la pubblica fruizione di un bene unico sotto il profilo architettonico e storico per l’intero Sud est siciliano.

Il convento è inglobato nella struttura che diventerà la sede dei Carabinieri ed è pr questo motivo che alcune associazioni hanno pensato e suggerito soluzioni alternative. La questione era stata sollevata in un primo momento dal presidente della Fondazione Grimaldi, Giuseppe Barone, che aveva chiesto a Prefettura, Provincia, Carabinieri e Comune un ripensamento. L’associazione Ingegni ha fatto un passo avanti prendendo posizione sul’argomento suggerendo di concedere ai Carabinieri il palazzo S. Martino a Modica Alta, già sede del corso di Laurea in Scienze dell’amministrazione.

Mommo Carpentieri, contrario a questa ipotesi, ha ricordato che l’amministrazione provinciale ha investito sull’immobile di piazza Matteotti, destinando oltre 350mila euro sostenendo il finanziamento di un milione di euro della Protezione Civile. Carpentieri inoltre ha evidenziato come l’ex Convento del Carmine è stato destinato al ritorno dei Carabinieri nel centro storico, come richiesto a gran voce dalla comunità, proprio in quella che fino a quindici anni fa era stata la loro sede.

L’arma dei Carabinieri istituirà un presidio permanente in piazza Matteotti ed avrà la sede di rappresentanza. Il presidente Giovanni Scarso ha ricordato con il suo intervento che proprio in questi giorni sono stati concordati in Prefettura i tempi del passaggio dell’immobile ai Carabinieri. Questo avverrà entro l’anno non appena i tecnici avranno completato il collaudo delle opere realizzate. Resterà comunque da risolvere il problema della fruizione degli ampi locali dell’ex convento che sono venuti alla luce nel corso dei lavori per i quali bisognerà trovare un accesso alternativo contemperando le esigenze dell’Arma.