Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 886
MODICA - 07/03/2008
Attualità - Modica - Numerosi gli appuntamenti in calendario domani

A Modica la festa della donna
è all´insegna della poesia

Sarà una lunga giornata Foto Corrierediragusa.it

Festa della donna tra cultura, poesia e privèe. Oggi sarà una lunga giornata per quanti vorranno ricordare e testimoniare il giorno dedicato alla donna. Nella mattinata al palazzo della cultura l’amministrazione comunale ha promosso « Ritmi nascosti; tutto ciò che le donne fanno e che non appare».

Si esibiranno attrici con testi tratti da romanzi, poetesse che leggeranno testi famosi , donne che canteranno le proprie canzoni. Otto donne impegnate nel sociale porteranno la loro testimonianza ai più giovani. Nel pomeriggio, sempre al palacultura, ore 17.30, il sabato letterario organizzato dal caffè letterario Salvatore Quasimodo dedica il suo angolo della poesia a cinque giovani poetesse che per l’occasione saranno intervistate da Domenico Pisana; si tratta di Silvana Blandino, Franca Cavallo, Grazia Dormiente, Giuseppa Celestre e Lucia Trombadore.

Cetty Schembari si esibirà in alcune danze con Sergio Carruba al pianoforte. La serata promette cene al femminile con ristoranti e pizzerie prenotate già con tavoli per sole donne ed emozioni forti per quanti vorranno assistere ad un paio di spettacoli promossi da discoteche e locali notturni della città. Giovani aitanti in passerella e musica fino alle prime luci dell’alba. La festa della donna è anche divertimento ed un po’ di trasgressione.

A Ragusa due gazebo sono stati installati nelle piazze San Giovanni e Libertà, messi a disposizione dell’amministrazione comunale per promuovere una campagna di sensibilizzazione sulle problematiche femminili.

L’amministrazione, che si farà carico delle spese di noleggio delle attrezzature, ha deciso infatti, di concerto con il Centro Studi Ibleo partner del progetto europeo «POR Sicilia 2000-2006 e del progetto «Spazio donna», di favorire un’attività di informazione e di divulgazione di interessante materiale informativo.


COSA SI FESTEGGIA ESATTAMENTE L´8 MARZO?
di Laura Incremona


Cosa si festeggia esattamente l’8 marzo? La domanda è lecita nella misura in cui si tiene conto delle ultime statistiche pubblicate da Repubblica. Secondo quanto riporta il quotidiano on line, ci sono circa due miliardi e mezzo di donne nel mondo, che pur lavorando, non usufruiscono ancora di tutti i diritti riservati alla cosiddetta «casta maschile».

Su dieci posti di lavoro, sette sono delle donne gli altri esclusivamente degli uomini, ma questo è niente. Nel 2008, si registrano ancora fenomeni che forse appartengono ad un periodo storico molto più antico. Da una intervista effettuata anche a livello locale, accade che se una donna sposata entra in gravidanza, ha il timore di annunciarlo al datore di lavoro che, preferisce licenziare o sfruttare fino all’ultimo, il lavoro femminile.

Non solo. Ci sono ancora degli istituti di credito, anche e soprattutto nel nord Italia, che impongono ad una donna appena assunta, di evitare per i primi due anni, di avere figli, perché non «conviene» alla politica economica di quella banca e ne richiedono anche un impegno scritto e firmato. Nelle grandi catene di vendita, ci sono addirittura limiti di età per le donne che, possono sperare di lavorare solamente se sono al di sotto dei trent’anni. Per non parlare del mobbing sempre più frequente e sempre più insidioso per essere rilevato. Siamo dunque sicuri che l’8 marzo sia la festa della donna?