Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 1097
MODICA - 06/08/2012
Attualità - Rabbia e preoccupazione tra i bagnanti per il susseguersi di aquesti fenomeni

Ancora schiuma scura su arenile Marina di Modica

E’ successo attorno alle 19.30 di domenica quando in spiaggia c’erano molti giovani
Foto CorrierediRagusa.it

Nella sua ultima conferenza stampa Antonello Buscema si è detto sereno. L’inchiesta della magistratura sull’inquinamento dell’acqua a Marina di Modica è avviata, forse è prossima a qualche conclusione come viene fatto filtrare dalla Procura delle Repubblica, ma certo queste rassicurazioni e questa serenità non è appartenuta alle decine di bagnanti che verso le 20 di ieri sera hanno visto la battigia della spiaggia di Marina di Modica invasa da una spessa striscia di schiuma giallastra e maleodorante (nella foto). Un larga fascia della spiaggia, dallo chalet e ben oltre il pantano, è stata invasa dalla schiuma che è arrivata dove finora non era stata finora mai notata tra la sorpresa, lo stupore e la rabbia dei bagnanti, tra cui molti giovani che si intrattenevano ancora sulla spiaggia a giocare a calcio o a tamburelli. Per qualcuno è diventato anche difficile andare a recuperare palline e palloni caduti in acqua e molti hanno dovuto rinfoderare la loro legittima idea di fare il bagno finale della giornata.

Naturalmente tante le proteste contro tutto e contro tutti perché il fenomeno dell’inquinamento del mare a Marina di Modica non è una manovra voluta di chi vuol male all’amministrazione presieduta dal sindaco né tantomeno la fissazione di qualche villeggiante nervoso. E’ invece schiuma di dubbia natura che non fa che allontanare i residenti dalla frazione e sicuramente dalla spiaggia. Il fenomeno in questi giorni, guarda caso con il periodo di maggior affluenza e presenza nella frazione, si è acuito.

Basti pensare che giovedì a mezzogiorno è stato un fuggi fuggi generale dalla spiaggia ed ieri sera altrettanto per una presenza inquinante come mai era stato registrato finora. La situazione al di là delle valutazioni politiche e di parte, è seria e richiede il massimo sforzo da parte di tutti perché investire su spettacoli, intrattenimenti, pulizia, servizi nella frazione non serve ed anzi è spreco di denaro se manca il bene primo per cui la gente si reca a Marina di Modica: ovvero il mare.