Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 790
MODICA - 05/03/2008
Attualità - Modica - A distanza di un anno dalla morte

Modica: In ricordo di Nino Baglieri

Fine settimana intenso nella parrocchia di "S. Antonio" Foto Corrierediragusa.it

A distanza di un anno dalla morte di Nino Baglieri (nella foto) tutta la comnunità cristiana non ha voluto far passare sotto silenzio l’anniversario della scomparsa. A sottolineare l’importanza del momento è stato organizzato un fine settimana presso la parrocchia «S. Antonio» a Modica Alta, dove Nino Baglieri ha ricevuto i sacramenti dell’iniziazione cristiana, alla presenza del Vescovo di Noto, Mons. Mariano Crociata.

La cerimonia religiosa si è conclusa con la presentazione dell’ ultimo libro sulla testimonianza di vita di Nino Baglieri: si tratta di « Sulle ali della croce» ,curato dal salesiano don Pippo Ruta, salesiano. Nino Baglieri, tetraplegico dall’età di 17 anni per un infortunio sul lavoro a cuasda di un volo di 17 metri,, morto a 55 anni, faceva sempre riferimento alla sua croce, intesa come condizione fisica, come « uno strumento di vita», diventando per tanti modello e punto di riferimento cui fare ricorso.

Proprio per ricordare la morte di Baglieri presso la parrocchia «Maria Ausiliatrice» ,dove Nino Baglieri aveva emesso i voti perpetui tra i «Volontari con Don Bosco», ramo secolare della famiglia salesiana, è stata celebrata la messa nel primo anniversario della morte, presieduta da Mons. Giuseppe Malandrino. Don Enrico Dal Covolo, salesiano postulatore delle cause dei santi, ha illustrato dal suo canto l’iter che si pensa di intraprendere in vista del processo di canonizzazione.

Il volume Sulle ali della croce prende il titolo da un’espressione che lo stesso Nino Baglieri usò nel suo testamento spirituale e che è iscritta sulla lampada tombale « Ho lavato la mia anima nella sofferenza e sulle ali della croce sono volato in Cielo», presenta al suo interno due parti: la prima offre ancora uno spaccato della vita terrena di Baglieri a partire dai suoi primi scritti; la seconda raccoglie le testimonianze di alcuni tra quanti hanno avuto occasione di conoscerlo personalmente e fare esperienza della sua pace interiore. I salesiani intendono inoltre pubblicare il ricco epistolario ancora inedito e altre testimonianze.