Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 631
MODICA - 15/07/2012
Attualità - Alla direzione artistica si è dimesso Tidona, gli succede Ruta

La Fondazione Garibaldi porta a casa un´ottima stagione

Con poco meno di 8mila 300 spettatori e un incasso di circa 70mila euro tra abbonamenti e sbigliettamento, la stagione teatrale del «Garibaldi» può essere archiviata con moderata soddisfazione Foto Corrierediragusa.it

Un discreto successo, nonostante tutto. Con poco meno di 8mila 300 spettatori e un incasso di circa 70mila euro tra abbonamenti e sbigliettamento, la stagione teatrale del «Garibaldi» può essere archiviata con moderata soddisfazione. Un risultato strappato con le unghie e con i denti, per via dei ben noti problemi di sospensione di fornitura di energia elettrica, assenza di riscaldamento nei mesi più rigidi e altri problemi di entità minore.

Forte di questi incidenti di percorso dovuti alla crisi (e non solo), la fondazione «Garibaldi» pensa al futuro, con un occhio agli sponsor. A fronte di un costo complessivo degli spettacoli di circa 146mila euro e mezzo, e senza contare le altre spese di gestione (compresa la fornitura elettrica, il cui contratto è ora intestato alla fondazione) il sovrintendente Giorgio Pace chiede un ulteriore sforzo ai privati, affinché i contributi siano più generosi, crisi permettendo. Pace giudica soddisfacente il lavoro fin qui svolto da tutti i componenti della fondazione «Che spesso – ha detto lo stesso Pace – lavorano senza soluzione di continuità e a titolo gratuito». E’ stata la prosa a fare la parte del leone, risultando parecchio apprezzata dal pubblico, che, però, sotto il profilo del gradimento, ha mostrato pollice verso per quegli spettacoli che si discostano dal teatro tradizionale, affrontando invece tematiche e stili più contemporanei.

«Un dato di cui la fondazione farà tesoro nell’approntare la prossima stagione», ha precisato Pace. Fondazione che resta «orfana» di Andrea Tidona, che si è dimesso dalla carica di direttore artistico a causa dei suoi molteplici impegni di lavoro romani che gli hanno impedito anche di essere a Modica per il consuntivo illustrato ieri nel foyer del teatro. A raccogliere il testimone è il collaudato Enzo Ruta, risorsa interna della fondazione con una esperienza teatrale quarantennale. Soddisfatto di questa scelta anche il sindaco Antonello Buscema, secondo cui «La fondazione ha spazzato via il timore di costosi carrozzoni a carico dell’ente». Un dato di fatto, al di la delle polemiche sollevate dall’opposizione su una scarsa trasparenza del regolamento della stessa fondazione, si cui più volte sono stati chiesti lumi.

Nella foto da sx il neo direttore artistico del teatro Garibaldi Enzo Ruta, il sindaco Antonello Buscema e il sovrintendente della Fondazione Garibaldi Giorgio Pace