Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 772
MODICA - 15/07/2012
Attualità - L’ultima seduta della civica assise

Consiglio discute e polemizza sui debiti fuori bilancio

Il capogruppo di Territorio Paolo Nigro ha puntato l’attenzione sulla riqualificazione dei terreni, vista la decadenza dei vincoli

Sono quattro i riconoscimenti di debiti fuori bilancio votati nell’ultima seduta del consiglio comunale, che ne ha bocciato uno. La civica assise si è poi occupata della Polizia locale, adottandone il piano di miglioramento dei servizi per il 2012 – 2014, la cui spesa è a carico della Regione. Alla presenza di 16 consiglieri, i lavori del civico consesso sono stati avviati con il riconoscimento del debito fuori bilancio di una cooperativa sociale che si occupa di trasporto disabili. Gli altri riconoscimenti approvati riguardano un’altra cooperativa e la Serit.

Per ciò che concerne invece il riconoscimento di un debito fuori bilancio di circa 2mila e 500 euro quale parcella per un architetto, il consigliere Pdl Miche D’Urso ha votato contro perché, a suo avviso, si tratterebbe di «somme già pagate senza che il consiglio abbia avuto modo di discuterne, essendo stato di fatto espropriato dalle proprie facoltà. Questo dimostra – secondo D’Urso – la politica urbanistica fallimentare di questa amministrazione». La somma riguarda la riqualificazione urbanistica di un terreno non concessa. Dello stesso avviso il consigliere Giorgio Stracqudanio, che, condividendo l’opinione di D’Urso, ha sostenuto che non bisogna perseguire «In questo atteggiamento di mancato rispetto dell’amministrazione nei confronti del consiglio comunale».

Il capogruppo di Territorio Paolo Nigro ha puntato l’attenzione sulla riqualificazione dei terreni, vista la decadenza dei vincoli, il cui argomento dovrebbe essere portato in consiglio per dare risposte ai cittadini che ne hanno fatto richiesta. Nigro giudica grave «che le amministrazioni che si sono succedute nel tempo non abbiano inteso affrontare il problema. La giunta Buscema – ha aggiunto Nigro – ha determinato disparità di trattamento in quanto ha riqualificato terreni solo con una semplice diffida da parte degli interessati, senza sentenza del Tar, non occupandosi del problema nella sua generalità». Nigro ha quindi votato contro. Il riconoscimento non è stato approvato e se ne discuterà nella prossima seduta perché si tratta, come sostenuto dal consigliere Nino Cerruto, «della proposizione di un piano particolareggiato».