Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 930
MODICA - 14/07/2012
Attualità - Il tutto nel silenzio più assoluto

Chiudono gli uffici postali di Marina di Modica e Sampieri

Il taglio rientra nel piano di razionalizzazione presentato da Poste Italiane all’Agcom. Interviene Riccardo Minardo

Chiudono gli uffici postali di Marina di Modica Sampieri. Il tutto nel silenzio più assoluto. Il taglio rientra nel piano di razionalizzazione presentato da Poste Italiane all’Agcom, come atto obbligatorio previsto dal contratto di programma.

La chiusura dei due uffici postali che servono le frazioni balneari dovrebbe concretizzarsi nelle prossime settimane. Il tutto ovviamente si tradurrà in disagi maggiori per villeggianti e residenti, dal momento che Marina di Modica e Sampieri sono abbastanza abitate anche nei mesi invernali. A questo punto appare inutile ogni forma di protesta, dal momento che le decisioni, come al solito, sono già state prese senza nessuna forma di concertazione. Eppure i residenti di Sampieri in particolare non ci stanno e annunciano a breve una raccolta di firme per scongiurare la chiusura dell’ufficio postale. Difficile che l’iniziativa sortisca gli effetti sperati, ma tentar non nuoce. Cosa che non fanno invece i politici e i rappresentanti istituzionali. Ma forse non ne sapevano nulla. Forse.

Dal «torpore» è finora uscito solo l’onorevole Riccardo Minardo, che ha scritto una lettera al direttore regionale di Poste Italiane per evidenziare che «un’azione del genere crea preoccupazione ed allarme tra la collettività, che ha tutte le intenzioni di protestare per scongiurare tali chiusure che provocheranno notevoli disagi e difficoltà».


Qualità dei nostri amministratori
15/07/2012 | 20.15.41
Protocol

Scicli e Modica hanno "onorevoli" distratti...
Uno solo è intervenuto, e lo ha fatto scrivendo una letterina al dirigente...
Poveri noi.