Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 999
MODICA - 02/07/2012
Attualità - E’ il 9. campo di volontariato internazionale promosso dall’associazione il «Melograno»

Sentieri di Cava Ispica ripuliti da giovani volontari

Giorgio Cavallo, presidente dell’associazione «Il Melograno» ha lanciato una forte denuncia contro quella forma di violenza ambientale a cui è sottoposta una vasta area di Cava Ispica ricettacolo di ogni tipo di rifiuto, compresi quelli pericolosi
Foto CorrierediRagusa.it

Undici giovani daranno vita al 9. Campo di volontariato internazionale a Cava Ispica. L’iniziativa è promossa dall’associazione il «Melograno» di Legambiente; gli undici volontari sono di diversa nazionalità, italiani,tedeschi, belgi, bielorussi, russi, coreani e francesi (nella foto).

Saranno impegnati a recuperare e a valorizzare alcuni sentieri del parco archeologico di Cava Ispica ed in particolare in contrada Finocchiara ( Ipogeo degli Antonii) e quelli di Calicantoni. Prevista, per i volontari, anche un’esperienza vissuta a mare ( interessato il tratto di costa Marina di Modica- Sampieri) grazie alla collaborazione dell’associazione «Mare Vento» che metterà a disposizione delle imbarcazioni a vela per osservare lo stato delle coste in preparazione dell’arrivo di Goletta Verde che effettuerà, presumibilmente a metà mese, due prelievi nelle acque antistanti il litorale modicano.

Giorgio Cavallo, presidente dell’associazione «Il Melograno» ha lanciato una forte denuncia contro quella forma di violenza ambientale a cui è sottoposta una vasta area di Cava Ispica ricettacolo di ogni tipo di rifiuto, compresi quelli pericolosi, che sono stati individuati e rimossi nel corso delle precedenti campagne di volontariato internazionale. Giorgio Battaglia, direttore del parco di Cava Ispica, porrà la questione rifiuti nelle opportune sedi rimarcando con soddisfazione l’utilità dei campi di volontariato che offrono la possibilità ai giovani di tutto il mondo, che vi prendono parte, di conoscere il territorio e capire soprattutto la storia e i contesti archeologici del sito.

I campi di volontariato nella zona di Cava Ispica confermano la bontà del lavoro dei giovani volontari ma anche l’opportunità per uno scambio culturale tra studenti provenienti da stati diversi e tra di loro lontanissimi. Alla fine del campo sarà promossa, da parte di Legambiente, un’escursione aperta al pubblico dei sentieri ripuliti e valorizzati.