Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 950
MODICA - 29/02/2008
Attualità - Modica - Mentre si è in attesa delle risposte di Vindigni

Modica conferirà a Vittoria:
l´Ato deve pagare gli oneri

Presa di posizione di Torchi che non ha gradito la discriminazione per San Biagio Foto Corrierediragusa.it

Costerà duecento mila euro in più al mese scaricare i rifiuti modicani nella discarica di pozzo Bollente. E’ questo il conto che Modica dovrà pagare per trasportare e conferire i propri rifiuti a Vittoria sulla base della quantià dei rifiuti prodotti quotidianamente.

Modica produce infatti sessanta tonnellate di rifiuti al giorno e con la nuova tariffa applicata, venti euro a tonnellata, tra trasporto e conferimento, si andrà a mille200 euro al giorno.

In prospettiva c’è un ulteriore aumento della tassa sui rifiuti solidi urbani se non si troverà a breve una soluzione alternativa a Vittoria; Piero Torchi tuttavia non vuole accollarsi l’ulteriore costo del conferimento ed ha già avanzato richiesta al presidente dell’Ato Ragusa perché la somma sia coperta da una compartecipazione dell’Ato. « Noi attendiamo da venti giorni che l’Ato indichi il sito della nuova discarica ? dice l’assessore all’ecologia Nino Gerratana ? Fino ad ora non abbiamo avuto alcuna notizia dal presidente Vindigni. Non si è fatto sentire, non ci ha contattato e tutto resta fermo senza che noi abbiamo alcuna prospettiva. Inoltre non condivido la scelta dell’Ato di chiudere Scicli solo per Modica visto che c’erano le condizioni per continuare a scaricare a Scicli.

Fino al venti marzo scaricheremo a Vittoria e poi vedremo le soluzioni che nel frattempo l’Ato assumerà perché è chiaro che tocca al presidente Vindigni dare le direttive».

« Apprezzo la disponibilità del comune di Vittoria ? dice il sindaco Piero Torchi - ma qualunque soluzione adottata non può costituire per la città un costo maggiore né di conferimento né di trasporto rispetto ad altri comuni del comprensorio. In caso contrario si configurerebbe una inspiegabile discriminazione nei confronti del comune che più di ogni altro si è impegnato per offrire soluzioni amministrative alternative e di respiro comprensoriale. Credo che la discarica di Scicli debba chiudere per tutti, Scicli compreso visto che è nata come comprensoriale e come tale è stata finanziata e realizzata.»

Torchi intende rivolgersi al commissario per l’emergenza rifiuti per far rispettare quello che ritiene il mancato rispetto di un impegno tra i comuni.
Da ieri sera intanto il servizio di raccolta dei rifiuti è stato riorganizzato dalla ditta Busso. Per rispettare i tempi del conferimento dei rifiuti e consentire di arrivare per tempo a pozzo Bollente cassonetti e contenitori saranno ripuliti dalle ventidue. Gli operatori ecologici lavoreranno di notte ed osserveranno turnazioni coerenti con la riorganizzazione del servizio.