Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 1194
MODICA - 26/06/2012
Attualità - L’azienda ha annunciato il 30 per cento in meno delle corse il prossimo anno scolastico

L´Ast non ha soldi, tagliati i servizi per gli studenti

Il sindacorichiederà la convocazione urgente del Coordinamento provinciale dei Sindaci dei Comuni e del comitato permanente sulla mobilità

L’Ast non garantirà i collegamenti tra la parte occidentale della provincia e quella orientale. I tagli della Finanziaria regionale colpiscono il bilancio dell’Azienda siciliana trasporti e le conseguenze si rifletteranno soprattutto sugli studenti pendolari. Sono dunque fortemente a rischio i collegamento tra Vittoria, Comiso, Acate e Ragusa con le scuole superiori della città. Sono in particolare interessati l’Istituto Alberghiero ed il Liceo Artistico. Di questa situazione hanno preso atto il sindaco Antonello Buscema , i consiglieri comunali Giorgio Zaccaria e Nino Cerruto ed i sindacalisti del Cub Pippo Gurrieri e Salvatore Ragusa che hanno incontrato a palazzo S. Domenico il direttore della struttura Ast di Modica, Paolo Bonaiuto. Il responsabile Ast ha confermato che il taglio dei servizi sarà del 30 per cento ed i servizi ad essere interessati sono proprio quelli dei pendolari e degli studenti tra le due parti della provincia. Si tratta di circa 400 studenti che partono dai vari centri della provincia ogni giorno e che alla luce dei fatti non avranno alcun servizio.

I sindacalisti del Cub hanno riproposto il progetto di attivare delle corse in treno che resterebbe la soluzione più economica ma la distanza dalla stazione alle sedi scolastiche non risolve del tutto il problema anche perché non c’è la possibilità di garantire ed attivare una navetta dalla stazione alla zona del S. Cuore dove sono ubicate la maggior parte delle scuole.

Il sindaco ha dovuto prendere atto: «E’ necessario attivarsi nel più breve tempo possibile non solo per la necessità di fare presto ma per la complessità del problema che deve fare i conti con i tagli imposti all’AST dalla Regione siciliana. Il problema è di Modica ma ritengo che le stesse difficoltà avranno gli studenti pendolari di ogni comune ragusano ed è per questo che intendiamo compulsare sia il coordinamento dei sindaci che la commissione permanente sulla mobilità».

Antonello Buscema richiederà infatti la convocazione urgente del Coordinamento provinciale dei Sindaci dei Comuni e del comitato permanente sulla mobilità per affrontare il tema riguardante il trasporto degli studenti pendolari in tutta la provincia.