Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 842
MODICA - 23/06/2012
Attualità - Sottoscritto l’accordo tra Parlamento e Consiglio europeo

Cioccolato Modica nel pacchetto qualità Ue, Igp vicino

Il passaggio dal pacchetto qualità al riconoscimento Igp è ora più semplice e soprattutto più celere. Tra uuesti prodotti entra a pieno titolo il cioccolato, e tra le varie tipologie, naturalmente anche il Cioccolato di Modica

Un passo avanti verso il riconoscimento Igp per il cioccolato di Modica. Il Parlamento ed il Consiglio Europeo, infatti, hanno sottoscritto l’accordo che rende ammissibile un cospicuo elenco di prodotti, tra cui il cioccolato modicano, a certificazione europea. Il percorso avviato dal presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale del Parlamento Europeo, Paolo De Castro, è giunto così alla sua conclusione e chiude una vicenda rimasta a lungo aperta.

Come conferma lo stesso presidente De Castro: «E’ la conclusione di un percorso complesso che consente di riformare l’importante sistema dei prodotti di qualità certificata ed in particolare quelli alimentari del Made in Italy che tutto il mondo ci invidia». Il passaggio dal pacchetto qualità al riconoscimento Igp è ora più semplice e soprattutto più celere e tra questi prodotti entra a pieno titolo il cioccolato, e tra le varie tipologie, naturalmente anche il Cioccolato di Modica che vanta una sua specificità per il legame intrinseco con il territorio ed una sua storia.

Spiega ancora il presidente Paolo De Castro: «Ci sono altre novità introdotte dal Parlamento rispetto al testo originario. Innanzitutto, il rafforzamento del sistema di controllo anti-contraffazione attraverso l´autorizzazione per ogni Stato Membro a identificare l´autorità incaricata ai controlli e il possedimento, da parte delle stesse autorità, di requisiti di oggettività, imparzialità e personale qualificato. Per i prodotti DOP e IGP, abbiamo introdotto la possibilità di indicare in etichetta «marchi d´area», riproduzioni della zona di origine geografica e di riferimenti testuali, grafici o simbolici dello Stato membro e/o regione in cui e´ collocata tale zona di origine».

Il direttore del Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica, Nino Scivoletto, ha espresso tutta la sua soddisfazione per un risultato che apre le porte verso l’Igp, obiettivo che il CTCM si è dato come prioritario da un anno a questa parte. L’Assessore Regionale alla Agricoltura Francesco Aiello da parte sua pensa che questa norma consentirà al Cioccolato di Modica di divenire il primo cioccolato europeo IGP. Di notevole portata, per l’economia agroalimentare siciliana,la norma che consente l’introduzione dei marchi d’area , grazie ai quali sarà possibile un marchio «prodotto di Sicilia».