Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 829
MODICA - 27/02/2008
Attualità - Modica - Si è disquisito sull’insetto che sta decimando le palme

Modica: Punteruolo rosso al "Grimaldi"

Gli alunni interessati alla relazione del professore Maltese Foto Corrierediragusa.it

«Sciaguratamente l’uomo, con il suo dissennato operato, sconfina da quell’Eden che? quell’ ?Amor che move il sole e l’altre stelle’ ha meravigliosamente progettato». Conclusione insolita con la citazione del Paradiso di Dante per un incontro sull’allarme punteruolo rosso (nella foto), ma che di certo bene riassume quanto potrebbe essere avvenuto e, in diversi contesti, continua ad accadere ogni giorno.

L’uomo, cioè, spesso agisce dissennatamente pensando all’oggi e non alle conseguenze delle proprie azioni. ? stato il prof. Giovanni Maltese, del Dipartimento di Chimica, Microbiologia e Scienze Naturali dell’indirizzo Agricoltura e Ambiente dell’Istituto ?P. Grimaldi’, di Modica, organizzatore dell’incontro sul punteruolo rosso, a stilare questa interessante visione della situazione attuale, che vede molte delle palme della provincia ancora a rischio.

«Non tutti gli insetti sono avversi - ha puntualizzato il prof. Maltese -. Essi sono parte integrante del mondo che ci ospita e senza di loro, uccelli, rettili, vegetali, mammiferi, uomo compreso, sarebbero condannati a scomparire. ? nostro dovere rispettarli e difenderli».

E così, mostrando delle diapositive sugli insetti, sui quali è stata allestita a scuola una mostra di circa 400 esemplari, a cura del sig. Puccio Ferraro, di Ispica, Maltese ha sottolineato come nulla sia stato creato senza un chiaro scopo, «per cui - ha detto - anche il punteruolo rosso è da considerarsi, se confinato nel suo microcosmo dell’Amazzonia, un essere vivente da apprezzare per la sua complessa rete di sopravvivenza; in quel mondo dove la vita può durare un mese, una settimana, un attimo e dove un sasso è grande come una montagna o una piccola pozzanghera come un oceano» e dove sciaguratamente l’uomo mette il suo zampino spesso non opportunamente, come si è evinto dal discorso di un noto imprenditore modicano del verde, che ha chiarito alcuni aspetti sulla commercializzazione e l’importazione di piante certificate provenienti dall’estero.

«Oggi - ha detto - è importante per l’acquisto di palme, affidarsi ad aziende che diano garanzia di sanità delle piante importate». L’assessore provinciale allo Sviluppo economico, Enzo Cavallo, ha poi parlato delle azioni intraprese per circoscrivere in provincia il problema punteruolo rosso, mentre il prof. Gianpaolo Schillaci, docente presso la Facoltà di Scienze Agrarie di Catania, ha illustrato agli studenti gli aspetti inerenti l’individuazione dei soggetti infestati e la modalità della biotriturazione. Grande l’interesse da parte degli alunni, i quali hanno anche effettuato un lavoro di individuazione di alcune palme infestate dal punteruolo rosso.