Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:27 - Lettori online 759
MODICA - 06/06/2012
Attualità - Il tenente colonnello Gagliano ha ricordato l’attentato di Brindisi

Il 198° anniversario del´Arma nel ricordo della giovane Melissa

Nel suo discorso, il comandante provinciale ha rivolto il suo pensiero in particolare agli studenti
Foto CorrierediRagusa.it

Forti emozioni e un pizzico di commozione martedì scorso nel cuore storico di Modica per la grande festa dei Carabinieri, sotto il tricolore sventolante dall’ imponente facciata dell’antico ex convento, di recente restituito agli antichi splendori dopo un radicale restauro, e noto come la storica caserma dei Carabinieri di Modica. Piazza Matteotti si è trasformata per circa un’ora e mezza nel magnifico proscenio che ha ospitato i festeggiamenti per 198mo anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri.

E’ stato il comandante provinciale dei militari, tenente colonnello Salvo Gagliano, a scegliere Modica quale sede della festa dell’Arma, ed in particolare quel presidio storico che per decenni fu punto di riferimento dei cittadini, e che tra qualche mese tornerà ad esserlo, ospitando di nuovo i Carabinieri, la cui caserma è da anni ubicata in via Resistenza Partigiana in maniera provvisoria. Insomma, la grande e colorata festa dell’Arma di ieri, ricca di tradizione e valori storici e morali, ha costituito l’ideale prologo al ritorno dei Carabinieri nel centro storico di Modica.

Tanti occhi lucidi tra la folla di cittadini, molti dei quali tenevano in braccio i bimbi che guardavano rapiti l’imponente compagnia di formazione al comando del Capitano Francesco Soricelli, comandante della compagnia di Vittoria, nonché i plotoni nella tradizionale grande uniforme speciale e non, tra le note del corpo bandistico «Civica filarmonica» di Modica. E poi gli onori al comandante provinciale Gagliano, che ha passato in rassegna lo schieramento, cui ha fatto seguito la lettura dell’ordine del giorno del comandante generale dell’Arma, generale di corpo d’armata Leonardo Gallitelli.

Tra le autorità presenti alla cerimonia il Prefetto di Ragusa Giovanna Cagliostro e il Questore Filippo Barboso, che hanno consegnato i riconoscimenti assieme al Sindaco di Modica Antonello Buscema, al Commissario straordinario della Provincia regionale di Ragusa Giovanni Scarso, al Presidente del Tribunale di Modica Domenico Tamburini. Presenti anche i procuratori di Ragusa e Modica Carmelo Petralia e Francesco Puleio, nonché il Sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Catania Lucio Setola. Presente infine anche il Comandante provinciale della Guardia di finanza, Tenente colonnello Francesco Fallica.

Tra le oltre 40 operazioni di più alto rilievo portate a termine in un anno dai Carabinieri sul territorio provinciale, dallo scorso luglio, spiccano gli arresti che hanno portato alla luce quegli odiosi casi di maltrattamenti in famiglia, con violenze alle donne e spesso anche agli incolpevoli figli minorenni. E poi l’arresto di rapinatori, ladri, truffatori, presunti scafisti e organizzatori dei viaggi della speranza, spesso con esiti tragici, come quelli più recenti.

E ancora la lotta al pizzo ai piccoli commercianti, al taglieggiamento, alle estorsioni ai danni di imprenditori soprattutto nel comprensorio ipparino, con particolare riferimento al territorio vittoriese, nel passato feudo di clan malavitosi poi sgominati. Il contrasto dei militari al clan della «Stidda», che avrebbe voluto imporre la propria egemonia a Vittoria. Sequestri patrimoniali per ben 5 milioni di euro ai danni di soggetti sospettati di traffici illeciti in diversi settori. Duri colpi sono stati inferti dall’Arma allo spaccio di droga, una onnipresente piaga dalla quale non ci si possono permettere distrazioni, con gli arresti di spacciatori e fornitori e lo smantellamento di grosse organizzazione criminali. Per finire con la recente operazione che ha interrotto una corsa clandestina di cavalli nell’Ispicese, con il ferimento lieve di un militare travolto da un calesse in corsa.

Nel suo discorso, il tenente colonnello Gagliano, dopo aver rivolto i saluti e i ringraziamenti alle autorità presenti, ha rivolto il suo pensiero in particolare agli studenti, che, di recente «Ci hanno dato una lezione di coraggio in un momento di forte emozione vissuta nel Paese per il vile attentato alla scuola di Brindisi – ha detto Gagliano – in cui ha perso la vita la piccola Melissa e per la rievocazione delle figure dei giudici antimafia Falcone e Borsellino, lanciando lo slogan «Io non ho paura» che deve suonare per tutti noi cittadini – ha aggiunto il comandante provinciale – come richiamo a non cedere alla violenza e a respingere ogni forma di sopraffazione criminale; ad affermare i principi di democrazia e legalità cui ispirarsi nei momenti di incertezza e ad aderire in maniera convinta all’invito del nostro amato Presidente della Repubblica a scendere in campo per costruire tutti insieme un futuro migliore, per un’Italia – ha concluso il tenente colonnello Gagliano – sempre più coesa».

A conclusione della cerimonia, la consegna dei riconoscimenti al personale che si è distinto nell´ambito del comando provinciale in particolari attività di servizio, e gli onori ai caduti con la lettura della preghiera del Carabiniere.


Questo l’elenco dei militari premiati.

Encomio semplice concesso dal Comandante della legione Carabinieri «Sicilia» al nucleo operativo della compagnia di Vittoria, composto da: Tenente Guido Cioli; Luogotenente Antonino Maniscalco; Maresciallo capo Mario Corbascio; Brigadiere capo Giuseppe Villante; Brigadiere capo Antonino Marotta; Appuntato scelto Giuseppe Raniolo.

Elogio del Comandante provinciale dei Carabinieri di Ragusa concesso a: Maresciallo aiutante Roberto Distefano; Maresciallo capo Marcello Collu; Vicebrigadiere Gaetano Guaia; Carabiniere scelto Giuseppe Santangelo.
Elogio anche per gli Appuntati scelti Nunzio Pizzardi e Salvatore Trigilia.

Compiacimento del Comandante provinciale concesso a: Maresciallo ordinario Roberto Scialpi; Appuntato scelto Roberto Messina; Capitano Carmine Gesualdo; Maresciallo aiutante Orazio Guccione; Luogotenente Antonello Spadaro; Maresciallo aiutante Giuseppe Abiuso; Luogotentente Salvatore Gurrieri; Maresciallo Giovanni Martinez; Brigadiere Carmelo Di Grazia; Vicebrigadiere Ignazio Russo; Appuntato scelto Claudio Ottonelli; Maresciallo aiutante Salvatore Ventimiglia; Brigadiere capo Rodolfo Valentino; Appuntati scelti Gianfranco Rizzo e Orazio Fava.

Compiacimento del Comandante provinciale anche per l’intero nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Modica e per la centrale operativa del comando provinciale di Ragusa.

Medesimo riconoscimento infine per i Luogotenenti Giuseppe Guzzardi, Antonio Reitano e Paolo Giarrizza.


Foto di Maurizio Melia e Luca Migliore. Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata