Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 396
MODICA - 04/06/2012
Attualità - La 1a edizione della manifestazione ha reegistrato almeno 10 mila presenze nel fine settimana

Un pienone per "Si Birra" e tanto divertimento

Il giro in elicottero, il bungee jumping tra le attrazioni più innovative. Gli organizzatori pronti per la 2a edizione
Foto CorrierediRagusa.it

Il format ha funzionato ma deve essere messo a punto. Il gran numero di visitatori a «Si Birra» ha complicato le cose per gli organizzatori che si sono trovati a far fronte ad un afflusso superiore alle attese, soprattutto nella giornata di sabato. Presenze concentrate in particolare nella fascia oraria dalle 20 a mezzanotte con file che si sono formate ai banchi di mescita della birra e della distribuzione dei panini.

Le presenze sono state calcolate ufficialmente in circa 10 mila con un picco nella giornata di sabato. Al pubblico è piaciuta l’idea di una serata all’aperto, favorita dal tempo mite, con tante attrazioni che hanno incontrato il favore delle famiglie per la varietà delle proposte. Dal giro in elicottero al bungee jumping, dai palloni sull’acqua al giro a cavallo.

Alla fine sono state 30 ore di apertura per il BirraVillage in due giorni, 16000 mila presenze complessive, 8 mila litri di birra spillati, 11.000 hot- dog serviti, 10 mila Kilogrammi di ortaggi a marchio Colle d’Oro omaggiati, 100 camper ospitati e provenienti finanche dalla Calabria, 50 partner privati coinvolti, un indotto di riferimento di cui ha beneficiato il territorio.

L’evento organizzato dall’agenzia Ideamente, con il main sponsor di Ag Distribuzione sarà dunque riproposto e gli organizzatori fanno un loro personale bilancio: «Come tutte le prime edizioni, abbiamo lasciato alle nostre spalle sbavature ed alcuni disservizi organizzativi legati all’imprevedibile flusso di visitatori, ma c’è anche la piena consapevolezza di ripartire da questa esperienza per correggere, migliorare, arricchire la nuova prossima edizione».