Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 464
MODICA - 29/05/2012
Attualità - Sessanta scuole prescelte per il progetto«Dalle aule parlamentari alle aule di scuola»

Il "Campailla" in Senato per parlare di Costituzione

La delegazione dell’istituto modicano formata da due studenti e due docenti Foto Corrierediragusa.it

Una delegazione composta da due studenti e due docenti ha partecipato a Roma al progetto «Dalle aule parlamentari alle aule di scuola» promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione su «La Costituzione e la sua evoluzione nei prossimi 20 anni».

Il Liceo «Campailla» è stato selezionato insieme ad altre due scuole in Sicilia, una della provincia di Enna ed una di Caltanissetta, ed è stato presente ai lavori che si sono tenuti a Palazzo Madama giovedì e venerdì. Nell’aula del Senato sono state chiamate 60 scuole italiane in tutto ed ogni scuola era rappresentata da una delegazione formata in tutto da quattro persone; ogni delegazione ha dibattuto sui valori della Costituzione e sulla sua evoluzione sotto la presidenza dei presidenti dei due rami parlamentari, Gianfranco Fini e Renato Schifani.

I due studenti del Liceo Campailla, Roberto Renno della 1B e Roberta Comitini della 1A, hanno presentato un prodotto multimediale incentrato sull’articolazione del rapporto tra «L’imperium» dello Stato e la libertà e la dignità del cittadino – persona; sulla relazione tra l’esercizio di un poter e l’assoggettamento a tale potere. Dice Raffaele Celestre, docente di diritto e coordinatore del progetto: «Gli studenti hanno approfondito l’art. 42 relativo alla proprietà privata, l’art. 13 sulla libertà personale, e l’art.11 sul giusto processo».

Teresa Floridia, che ha seguito il gruppo è molto soddisfatta: «Sono stati 37 studenti delle prime e delle seconde liceali a lavorare sul progetto e a produrre il lavoro presentato nell’aula del Senato. E’ stata un’esperienza entusiasmante che ci ha visto protagonisti insieme ad altre 60 scuole italiane. E’ stato un onore essere prescelti ma tutto il merito è dei nostri studenti che sono riusciti ad elaborare uno studio di qualità».

(nella foto: da sin. Celestre, Renno, Comitini, Floridia)