Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 820
MODICA - 27/05/2012
Attualità - Un guasto alla cabina elettrica dell’Enel ha lasciato mezzo centro storico senza energia

Teatro Garibaldi al buio: tutti a casa, prefetto compreso

Era in programma la cerimonia di premiazione del concorso di poesia "La terra impareggiabile" promossa dal Circolo culturale Quasimodo

Niente poesie e premi. Il Garibaldi resta al buio ed ospiti, tra cui il prefetto Giovanna Cagliostro, organizzatori e premiati, devono far mestamente ritorno a casa. E’ finita così la serata del premio «La terra Impareggiabile» dedicata a Salvatore Quasimodo promossa dall’omonimo Circolo letterario.

Un guasto alla cabina elettrica della parte alta di corso Umberto ha rovinato la serata dei presenti, lasciando al buio anche una buona parte della città bassa, e dopo quasi un’ora di attesa i presenti hanno dovuto prendere atto che non c’era più nulla da fare. Si è prodigato anche il prefetto sollecitando l’Enel ad intervenire ma nonostante tutti gli sforzi degli operai il tempo per riparare il guasto è andato per le lunghe.

Il Garibaldi non è dotato ancora di un gruppo elettrogeno visto che quello in uso fino allo scorso anno è stato dismesso e quello ordinato non è stato ancora consegnato. Il teatro così è nell’impossibilità di garantire le emergenze come quella verificatasi in occasione del premio ed i presenti hanno pagato pegno. Con l’energia il teatro ha un rapporto poco felice visto che per due anni gli spettacoli sono stati garantiti proprio da un gruppo elettronico e nel momento in cui il sovrintendente ha sottoscritto il nuovo contratto con l’Enel dopo una lunga controversia ci ha pensato l’Enel a mettere in crisi tutta l’organizzazione.

Molto delusi ma soprattutto arrabbiati, gli organizzatori che dovranno ora riprogrammare il tutto contattando scuole, giurati, invitati per la prossima serata. Enel e gruppo elettrogeno permettendo.