Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 856
MODICA - 15/05/2012
Attualità - Il piano del sindaco è criticato dal consigliere di Territorio, Paolo Nigro

Quattro nuove farmacie a Modica, manca quella rurale

Si prevede l’ubicazione a Zappulla, Pirato, Musebbi e via Loreto ma questa dislocazione non convince del tutto

Quattro nuove farmacie nel territorio comunale ma la scelta operata dal sindaco sulla loro ubicazione non convince. Territorio con Paolo Nigro ha chiesto formalmente ad Antonello Buscema di fare un passo indietro e rivedere le quattro zone dove le nuove farmacie dovrebbero essere ubicate.

La proposta del sindaco è stata trasmessa all’Assessorato regionale alla Salute ma il consigliere comunale di Territorio rileva che si può e di deve rimediare alla proposta già formulata perché la scelta non sia ispirata da fini commerciali ma solo di servizio per il territorio. L’amministrazione ha proposto un presidio farmaceutico nella zona tra Marina di Modica e Zappulla, una seconda nella zona di Pirato, una terza nei pressi della zona artigianale di Michelica, la quarta alla fine di via Loreto Gallinara, nei pressi del viadotto.

La proposta è stata formulata in sede di incontro con i funzionari dell’Asp provinciale e della Ordine dei Farmacisti ma nessun provvedimento formale della giunta o tantomeno un coinvolgimento del consiglio comunale è stato avviato dal sindaco tanto da indurre Paolo Nigro a discutere del problema in sede di consiglio vista la rilevanza e la delicatezza del problema: «Stranisce- dice il consigliere di Territorio – che il sindaco non abbia sentito la necessità di confrontarsi e di procedere in proprio.

E’ stata inoltre ignorata la possibilità di istituire una farmacia rurale anche in considerazione della specificità del territorio comunale. Modica ha bisogno di una farmacia rurale e c’è per esempio la zona di Cava Ispica, molto popolata, dove non è stato previsto alcun insediamento. Mi sembra proprio il caso di rivedere i criteri della scelta». Almeno due delle quattro nuove farmacie andrebbero infatti a coprire zone dalle quali sono facilmente accessibili gli attuali presidi del quartiere S. Cuore come nel caso di Musebbi o di Pirato.

La frazione di Zappulla sarebbe coperta con la nuova farmacia mentre resterebbe così scoperta tutta la zona che ruota attorno a Cava Ispica distante almeno cinque km dal S. Cuore ed ancora di più dal centro della città. Da qui la richiesta avanzata di modificare il piano e di inoltralo al più presto all’assessorato regionale prima che vengano prese decisioni definitive.


FARMACIA
22/05/2012 | 19.05.26
Angelo

ma scusate, avete dimenticato una zona molto importante e la zona di CAFEO!!!!!
Ma e possibile mai che per quattro farmacie si fanno riferimento che due devono andare nelle zone rurali quanto nel quartiere D´oriente ha una vita che si parla di insediare una FARMACIA e ora viene dirottata altrove forse ci sono più possibilità di voti?
Auguri a tutta l´amministrazione
buon lavoro