Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1032
MODICA - 30/04/2012
Attualità - Ritrovati negli scantinati del palazzo degli Studi già Studium della Compagnia del Gesù

Ritrovati centinaia di preziosi libri della biblioteca dei Gesuiti

Si tratta di 500 libri circa, in buono stato di conservazione, che sono stati pubblicati tra il 500’ ed il 700’; sono testi di diritto canonico, teologia, filosofia morale, quaresimali, prediche e sermoni
Foto CorrierediRagusa.it

Centinaia di libri della biblioteca dei Gesuiti sono stati portati alla luce e recuperati. Si tratta di un patrimonio inestimabile sia dal punto di vista della documentazione storica sia per capire il contesto culturale di sei secoli fa.

I libri sono stati trovati in alcuni scantinati del palazzo degli Studi dove sono stati conservati per anni senza che nessuno ne avesse contezza. E’ stato in parte il caso ed in massima parte la determinazione di alcuni docenti del Liceo Classico Campailla che ha consentito di recuperare e restituire all’intera comunità un patrimonio di grande valore. Si tratta di 500 libri circa, in buono stato di conservazione, che sono stati pubblicati tra il 500’ ed il 700’; sono testi di diritto canonico, teologia, filosofia morale, quaresimali, prediche e sermoni.

Tutti i testi riportano il timbro del convento dei Cappuccini di Modica e sono il lascito della congregazione dei Gesuiti che proprio nel palazzo, oggi sede del Liceo classico, avevano il loro convento ed il loro studium. Gli autori sono in gran parte componenti della congregazione di S. Ignazio ed i contenuti fanno capire l’indirizzo culturale - filosico e morale di quei secoli. Il lavoro alla base del ritrovamento dei libri è spiegato da Lucia Tronmbadore e Ottavio Manenti, docenti di Latino e Greco al Campailla che hanno intrapreso la loro particolare «caccia al tesoro»: «Ci siamo resi subito conto dell’importanza di quanto abbiamo trovato indugiando nell’archivio e ci siamo sorpresi che questi scatoloni non fossero stati mai toccati. Per noi è stata un’autentica ed emozionante scoperta che abbiamo condiviso con gli alunni della 4 e 5 ginnasiale B che sono stati coinvolti nell’opera di pulizia, di recupero, di catalogazione. Abbiamo trovato anche una sezione di classici latini con volumi oggi introvabili. Per tutti basti citare la Grammatica comparata di Costantino Lascaris di Bisanzio, di cui esiste solo un’altra copia in tutta l’Italia. E’ un testo prezioso con un fronte greco ed uno in ebraico». Tra le altre peculiarità un edizione del 700’ del Paradiso Perduto di Milton.

Intrigante, soprattutto in una città dove il cioccolato fa la parte del leone, il testo su «La Controversia sul consumo di una «chicchera» di cioccolato in Quaresima». Si tratta di una disputa filosofica tra i frati domenicani, francescani ed i Gesuiti sul consumo del cioccolato a caldo o a freddo.

«I libri sono ora ben custoditi e catalogati – dice il dirigente del «Campailla» Alberto Moltisanti – Abbiamo dato notizia alla Sovrintendenza e concorderemo la fruizione migliore per la comunità. Sulla scoperta di questo autentico tesoro terremo come scuola un convegno dal titolo «Sulle spalle dei Giganti» nell’ambito del progetto «Piovono Libri».

(nella foto: il gruppo di lavoro del "Campailla" che ha lavorato al progetto)


01/05/2012 | 0.24.55
Ben

Ha ragione da vendere Piero Boncoraglio. I dipendenti di ruolo "vantano" maggiore ritardo nei pagamenti e in ogni caso nulla importa ai turisti delle beghe interne della città. Non si può credere che il problema del singolo o della categoria debba essere sempre e comunque meritevole di ogni ribalta.
La soluzione ai problemi amministrativi va cercata nell´ambito delle istituzioni previste dal nostro ordinamento; altrimenti la si butterà in cagnara e tutte le bazzecole sembreranno battaglie epocali.

Perché quel rompiscatole non fa lo stesso casino in occasione di qualche incontro pubblico di onorevoli, presidenti e assessori vari, per esempio?

Tutti cuor di leone con Ron, ma timide pecore davanti ai vari Minardo (tanto per citare qualcuno a caso) e via politicando! A Modica queste persone fanno solo danni, perché dapprima sono i beoti che votano i personaggi più inqualificabili, poi sono i primi a rumoreggiare scompostamente.


libri
30/04/2012 | 22.23.19
Giorgio

..ora dateli ai Rausani in onore di "rausa provincia e Muorrica sta beata m....a"...


complimenti a tutti i protagonisti della scoperta
30/04/2012 | 19.14.58
salvatore.carpanzano

Complimenti a tutti gli alunni e ai docenti .Il liceo classico Campailla non finisce mai di stupire.Ad maiora!
Salvatore Carpanzano ex dirigente scolastico liceo Campailla