Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 760
MODICA - 02/04/2012
Attualità - Si è tenuta la 1a festa dedicata al Corpo, la sede intitolata a Giovanni Modica Scala

La Polizia locale in festa: garanzia di sicurezza e legalità

Presenti i rappresentanti di Trecastagni, Avola, Barrafranca, Ispica, Licodia Eubea, Noto, Pachino, Palazzolo Acredide, Priolo Gargallo, Ragusa, Rosolini, Scicli, Vittoria, Pozzallo, Grammichele, Pietraperzia, Palma di Montechiaro Foto Corrierediragusa.it

E’ stata una giornata di festa per la Polizia locale. I rappresentanti dei corpi di Trecastagni, Avola, Barrafranca, Ispica, Licodia Eubea, Noto, Pachino, Palazzolo Acredide, Priolo Gargallo, Ragusa, Rosolini, Scicli, Vittoria, Pozzallo, Grammichele, Pietraperzia, Palma di Montechiaro hanno dato vita alla prima festa nazionale del corpo.

La manifestazione è stata organizzata dal comando di Polizia locale modicano con in testa il comandante Giuseppe Puglisi. Tre i momenti della intensa giornata; il convegno tenutosi nella sala Triberio del palazzo della Cultura, la funzione religiosa nella chiesa di S. Maria (nella foto) presieduta dal vicario generale del Vescovo di noto, Don Angelo Giurdanella, e la intitolazione dei locali della Polizia locale a palazzo S. Domenico all’indimendicato comandante Giovanni Modica Scala il cui nome campeggia su un bassorilievo in pietra locale.

L’assessore Paolo Garofalo alla presenza delle autorità e dei familiari di Giovanni Modica Scala ha ricordato il comandante, uomo dalla grande dirittura morale ma anche studioso di storia locale. Il vice prefetto Concetta Caruso, oltre a portare i saluti del Prefetto di Ragusa, ha dato ampia testimonianza del valore dell’azione della Polizia locale in termine di prevenzione non solo in tema di sicurezza pubblica e nella viabilità ma anche di grande collaborazione per compiti di alta professionalità come la ricerca degli evasori fiscali.

Proprio su questo tema, Giuseppe Piccione, presidente dell’Osservatorio per la Polizia Locale – Sicilia, ha rivendicato la professionalità del personale che opera nel campo della fiscalità oltre che nel campo dei tributi diversi da quelli locali. che intende far riferimento all’attività di compartecipazione degli Enti locali in riferimento ai tributi diversi da quelli locali.

Il comandante Giuseppe Puglisi ha ringraziato gli intervenuti ha rilevato la necessità nella società odierna la figura dell’agente di Polizia Locale che si sta professionalizzando sempre di più per rendere sempre migliori servizi al cittadino e la cui presenza è garanzia di legalità e sicurezza pubblica.

Ricordato nell’omelia l’agente di Polizia Locale Niccolò Savarino di 42 anni di Campobello di Licata, ucciso dal conducente di un Suv che lo ha investito volontariamente prima di fuggire e poi assicurato alla giustizia.

Gli agenti di Polizia Locale donato a conclusione della giornata al Vicario Generale del Vescovo un elegante elmetto, una paletta ed un fischietto.