Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1012
MODICA - 19/02/2008
Attualità - Modica - I residenti di via Fontana sono esasperati

Foresta a portata di balcone:
al via una petizione

L’assessore Gerratana aveva promesso un intervento 6 mesi fa Foto Corrierediragusa.it

Una petizione all’ufficio ecologia. E’ l’iniziativa dei residenti di via Fontana, che stanno rischiando d’essere inghiottiti dalla vegetazione. Alle spalle di un palazzo, dove insistono anche parecchie abitazioni private, prosperano da mesi rovi, erbacce e rampicanti in un’ampia vallata (nella foto).

Una vecchia abitazione rurale disabitata è stata già sommersa dalla vegetazione selvaggia che, adesso, sta puntando dritta al palazzo e alle abitazioni limitrofe. I residenti sono allarmati, anche perché le precedenti richieste sono sempre rimaste inascoltate.

L’assessore all’ecologia Nino Gerratana aveva lo scorso agosto assunto impegni precisi volti a bonificare l’intera zona. A distanza di sei mesi nessun operaio si è mai presentato, con il solo risultato che la vegetazione è finora cresciuta rigogliosa. «Se è vero che adesso non sussiste il rischio d’incendi, come in estate ? dicono i residenti risentiti ? è altrettanto vero che a due passi dalle nostre case insiste un ricettacolo di serpi e ratti, alcuni dei quali sono stati spesso visti anche sul ciglio della strada.

Tra poco ? concludono mestamente i firmatari della petizione ? ce li ritroveremo anche a casa». L’atavico problema esiste da almeno un paio d’anni. Nessuno a palazzo San Domenico ha mai mosso un dito, nonostante le fondate motivazioni addotte dai residenti che, come ultima spiaggia, stanno approntando la petizione. La speranza è che un documento cartaceo sia sufficiente a muovere qualcosa, anche se ci sperano poco.

La casa rurale disabitata inghiottita dalle erbacce L´assessore Nino Gerratana: chi l´ha visto?