Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1025
MODICA - 23/03/2012
Attualità - Sottoscritti due accordi tra l’amministrazione e l’ agenzia provinciale

Ambiente: Buscema chiede aiuto all´Arpa

Saranno monitorati scarichi, reflui industriali ed inquinamento acustico

Inquinamento acustico, qualità dell’aria e scarichi dei reflui industriali. L’amministrazione vuole tenere sotto controllo tre aspetti fondamentali per la vivibilità della città anche per garantire ai cittadini livelli sostenibili nel rapporto con l’ambiente. E’ questo il senso dei due protocolli firmati a palazzo S. Domenico dal sindaco Antonello Buscema e da Salvatore Cocina, commissario straordinario dell’Arpa Ragusa, l’agenzia che esercita il monitoraggio ambientale sul territorio.

Il primo accordo si riferisce ai controlli sui reflui prodotti dagli insediamenti industriali sul territorio, compresa l’area Asi di contrada Fargione. Il controllo prevede un certo numero di sopralluoghi grazie ai quali saranno verificati documenti, gestioni tecniche ed analitiche rivolte alla corretta gestione delle acque reflue industriali. La convenzione prevede anche una campagna di informazione e sensibilizzazione sul corretto adempimento degli obblighi normativi da parte delle imprese in materia di reflui industriali.

Con il secondo accordo con scadenza a fine anno l’Arpa si impegna invece a realizzare all’interno del perimetro urbano e nelle arterie a più alta intensità di traffico, una rete di monitoraggio dell’ inquinamento acustico che prevede l’acquisizione e la registrazione in continuo dei dati mediante l’installazione di centraline fonometriche. I report periodici sui dati acquisiti saranno pubblicati sul sito web dell’ente. L’accordo prevede, oltre al controllo degli scarichi fognari degli insediamenti produttivi, anche il loro.