Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 852
MODICA - 18/02/2008
Attualità - Modica - L’amministrazione si è impegnata a pagare gli arretrati

Modica: netturbini di nuovo al lavoro

Ma i sindacati restano sul piede di guerra Foto Corrierediragusa.it

Tornano al lavoro gli operatori ecologici della ditta Busso. Dopo la sospensione di sabato che ha causato gravi ripercussioni sulla raccolta dei rifiuti i lavoratori hanno accettato la proposta della amministrazione comunale che si è impegnata a pagare entro il mese l’arretrato del mese di dicembre, seppure in due tranche.

Gli operatori sono tuttavia sul piede di guerra e molto scettici sul loro futuro tanto che anche l’interlocuzione con il sindacato di categoria resta precario. Gli stipendi arretrati sono infatti due mentre tra dieci giorni maturerà anche quello di febbraio.

Il titolare della Busso ha allargato le braccia non potendo assicurare nulla alla luce dei due milioni di arretrati che deve ancora riscuotere da palazzo S. Domenico. La richiesta di un versamento di 400mila euro per pagare gli operatori è stata rigettata sabato ma ieri i contatti tra rappresentanti degli operatori, l’assessore alla ecologia Nino Gerratana e lo stesso titolare dell’impresa che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento ha portato ad un compromesso che tuttavia appare precario.

Gli operatori ecologici si sono detti pronti a scioperare se gli impegni assunti dall’amministrazione non saranno onorati né la paventata azione di precettazione da parte del sindaco sembra avere influito più di tanto sulle loro determinazioni.