Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1331
MODICA - 20/02/2012
Attualità - C’è un rapporto di parentela di primo grado tra l’amministratore un appaltatore

Incompatibilità assessore Sammito con project financing cimitero?

La legge prevede che, in casi del genere, l’incompatibilità si estende fino alla parentela di terzo grado Foto Corrierediragusa.it

Il cosiddetto project financing, o finanza di progetto che dir si voglia, del cimitero comunale di contrada Piano Ceci, è viziato da incompatibilità? Parrebbe di sì, considerato che uno degli storici imprenditori edili e appaltatori del cimitero, che vi operano da anni, è nientemeno che lo zio materno, quindi un parente di primo grado, dell’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Sammito (da sx nella foto con il sindaco Buscema), che sta da mesi seguendo di persona l’intero iter.

La legge prevede che, in casi del genere, l’incompatibilità si estende fino alla parentela di terzo grado. In sostanza l’assessore potrebbe, almeno in teoria, favorire il parente nei vari passaggi dell’iter. Ma nei fatti però non sarebbe così, come si affretta a precisare al telefono lo stesso assessore, che, al di là di questa considerazione, non intende però entrare nel merito della questione.

«Al bando – dice Sammito al telefono – può accedere chiunque, purché in possesso dei cosiddetti requisiti europei». Requisiti di cui, a quanto pare, sarebbe sprovvista la maggior parte degli imprenditori da anni operante nel cimitero, tra cui anche lo zio dell’assessore. «E poi in ogni caso – prosegue Sammito al telefono – il promotore che ha presentato il progetto, approvato dal consiglio comunale, è un’associazione temporanea d’imprese (Ati) tra la ditta modicana «Edilzeta» di Zaccaria, con cui non esiste parentela alcuna, e un’azienda di Siracusa.

E’ proprio a questa Ati – precisa l’assessore – che spetta in ogni caso il diritto di prelazione». Questo bando dovrebbe essere emanato entro l’anno, anche se l’assessore non si sbilancia sui tempi. «E’ da un anno – dice – che ci lavoro, a questo project financing, e le difficoltà incontrate finora, burocratiche e non, sono state tante e insidiose». Dall’ultimo atto di approvazione in consiglio comunale del nullaosta per il progetto, difatti, ci sono stati diversi cambi di normativa in tema di finanza di progetto rispetto al 2007. Tutto questo, stando a quanto assicurato dall’assessore, è stato pian piano metabolizzato e risolto sotto tutti i punti di vista.

Il bando doveva essere fatto non dal comune, ma dall’Urega, che non è stato però in condizione di farlo perché un apposito regolamento in tal senso, che doveva essere pubblicato lo scorso 31 dicembre, non ha visto ancora la luce. Nonostante quindi la legge preveda nelle norme attuative non ancora pubblicate la gestione della gara da parte dell’Urega, come accennato impossibilitato a procedere in questo senso, in via eccezionale sarà il comune di Modica ad espletare il bando. L’ente di palazzo San Domenico deve quindi disciplinare il bando e, adesso, anche la gestione della gara d’appalto con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale europea.

Si attende solo lo svincolamento dell’Urega. L’aggiudicatario della gara d’appalto si occuperà finalmente della costruzione dei loculi, alcune migliaia, attesi soprattutto da quei cittadini che hanno già da anni sborsato il 50% del costo complessivo non solo dei loculi, ma anche delle cappelle di famiglia. Il concessionario si occuperà anche della gestione e della manutenzione del cimitero, a costo zero per il comune. Dovrebbero così essere asfaltate, o quantomeno livellate, le strade, al momento simili a trazzere, con percorsi nuovi di zecca anche tra i viali, dove spesso i visitatori si impantanano nella terra resa fangosa dalle piogge.

Dovrebbero poi diventare operativi gli ascensori, mai entrati in funzione dalla loro costosa realizzazione. Si sta intanto procedendo all’assegnazione dei suoli alle società operaie di mutuo soccorso. In settimana è previsto un sopralluogo dell’assessore Sammito assieme ai presidenti delle due società operaie per investimenti comuni propedeutici alla realizzazione di mille loculi di loro pertinenza.


a lui a tutta la famiglia fino al terzo grado
21/02/2012 | 16.19.50
Vincenzo

...magari trovo una parentela lontana con l´assessore...!!


Immortalità
21/02/2012 | 14.58.05
Meno Rosa

Beato L´Assessore Sammito perchè l´incompatibilità con il Cimitero gli assicurerà l´immortalità!