Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 923
MODICA - 19/01/2012
Attualità - I residenti possono già richiedere l’allaccio

A Zappulla arriverà l´acqua della condotta comunale

In via di risoluzione il contenzioso con Enel per la fornitura di energia elettrica

L’Enel ha staccato il contatore e l’amministrazione trova un’alternativa per l’acquedotto di Zappulla. Già nella giornata di ieri i lavori al cantiere aperto nella frazione sono ripresi dopo una settimana di blocco.

Dice l’assessore alle Opere Pubbliche Giuseppe Sammito: "Non ci siamo fermati di fronte all’ennesimo ostacolo ed abbiamo trovato una soluzione. Alla luce della mancanza di energia elettrica che ci ha impedito di attivare le pompe di sollevamento dell´acqua dai nuovi pozzi, abbiamo deciso di utilizzare in questa fase acqua proveniente dal pozzo già in affitto, che è possibile immettere nella rete. Pur trattandosi di una soluzione temporanea, che è l’unica che consente all´impresa di riprendere subito i lavori e di completare l´acquedotto in brevissimo tempo. Utilizzeremo questo tempo per affrontare e risolvere definitivamente il problema più grande, quello dell´allaccio Enel. L’obiettivo è quello di fare in modo che, al più presto, ci siano già le condizioni per attivare le pompe e attingere ai pozzi che sono stati realizzati con questo scopo».

I cittadini sono stati così invitati ad inoltrare domanda per l’allaccio alla rete e per sabato è stata convocata una riunione a palazzo S. Domenico per informare i residenti sugli ultimi sviluppi della vicenda. L’amministrazione intanto sta agendo sul fronte del debito contratto con l’Enel che di fatto blocca molti servizi che, pur non essendo essenziali, come il teatro Garibaldi, sono importanti per la qualità della vita di una comunità.

Dice ancora l’assessore Peppe Sammito: »Ad Enel chiediamo la massima comprensione e collaborazione - anche alla luce dell´impegno che l´Amministrazione sta mantenendo di predisporre un piano di rientro del debito, dando regolarmente seguito all´accordo concluso dinanzi al Prefetto di Ragusa lo scorso dicembre. Faremo di tutto per rispettare il impegno».