Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 761
MODICA - 19/12/2011
Attualità - L’istituto agrario ed alberghiero senza luce

Bollette non saldate, l´Enel stacca la spina al "Grimaldi"

La società elettrica vanta un credito maturato di circa 13mila euro per fatture che risalgono, addirittura, al mese di agosto

Bollette elettriche non pagate, l’Enel stacca la fornitura all’Istituto Alberghiero «Principi Grimaldi». Parecchie classi sono rimaste al buio e gli insegnanti facevano fatica anche a firmare sul registro la presenza. Utilizzavano la luce prodotta dal display del telefonino per illuminare il registro. L’Enel vanta un credito maturato di circa 13mila euro per fatture che risalgono, addirittura, al mese di agosto.

I locali dove è ospitata la scuola, compresi i distaccamenti, sono di competenza della Provincia Regionale di Ragusa. L’ente per l’energia elettrica ha lasciato attiva la fornitura della sede centrale di piazzale degli Oleandri, e ha ridotto al minimo indispensabile i distaccamenti di Via Salvatore Minardo e di Chiaramonte Gulfi, oltre alla sede del convitto in Via Trapani Rocciola.

Stesso problema per l’azienda agraria di contrada Scaro a Pozzallo (il «Grimaldi» ha l’indirizzo specifico) dove le coltivazioni rischiano di essere danneggiate per il disservizio. Forti le lamentele di docenti e studenti che si sono trovati a convivere con una situazione inverosimile. La Provincia Regionale dallo scorso mese di settembre non è in grado di pagare poiché non ha fondi in capitolo fino al prossimo mese di gennaio, ma già in agosto non aveva provveduto a «sanare» una bolletta della sede centrale.