Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 668
MODICA - 03/12/2011
Attualità - Presentato a palazzo S. Domenico il programma della manifestazione

Canto di Luce: "Lumi e Rintocchi tra i sentieri velati della città di Quasimodo": la via Lucis che porta a S. Giorgio

A palazzo della Cultura l’inaugurazione della mostra sull’Archivio Quasimodo
Foto CorrierediRagusa.it

«Lumi e Rintocchi tra i sentieri velati della città di Quasimodo» è l’evento culturale che si tiene da mercoledì a domenica prossimi nel centro storico della città. Il progetto coinvolge le giovani generazioni, celebra i 110 anni della nascita di Salvatore Quasimodo ed illumina la città. Evento nell’evento l’inaugurazione della mostra permanente dell’archivio storico intitolato al Nobel per la letteratura.

L’archivio storico Salvatore Quasimodo sarà infatti ospitato per la prima volta in città dopo la sua acquisizione e sarà in mostra al Palazzo della Cultura da mercoledì. Per celebrare l’uomo ed il poeta Quasimodo il Consorzio di tutela del cioccolato di Modica e la Fondazione Grimaldi hanno organizzato per giovedì alle 18 presso l’auditorium Floridia un collegamento video con il Nobel Dario Fò dedicato al poeta dell’ermetismo attraverso la mediazione del giornalista Oliviero Beha; nello stessa occasione sarà presentato il ritratto del Nobel modicano, opera del pittore Piero Guccione.

Sempre giovedì alle 21 al teatro Garibaldi il concerto di Stefano Bollani aprirà la stagione musicale alla Fondazione Teatro Garibaldi. Nel programma anche la mostra fotografica di Giovanni Chiaramonte a cura della Fondazione Grimaldi che si inaugura venerdì al palazzo Grimaldi. Sabato invece sarà la notte del plenilunio ed il centro storico si illuminerà grazie alle luminarie realizzate dagli studenti del Liceo Artistico Tommaso su disegni originali dei bambini delle scuole elementari.

Le luci pubbliche delle strade che vanno dalla chiesa di S. Pietro a S. Giorgio saranno spente per far esaltare le originali luminarie mentre un concerto di campane dai nove campanili del centro città scandiranno il tempo. Sul sagrato della chiesa di S. Pietro mille alunni delle scuole di Modica intoneranno cori prima di aprire la Via Lucis che porterà a San Giorgio, il cui sagrato sarà ricoperto da migliaia di candele.

(Nella foto: uno degli addobbi realizzati)