Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1271
MODICA - 09/11/2011
Attualità - Da Palermo in arrivo 5 milioni, manifestazione dei comunali, uno stipendio sarà pagato venerdì

Buscema chiede la sospensione del corteo ai sindacati

L’assessore Armao ha confermato la concessione del prestito a favore del comune
Foto CorrierediRagusa.it

I dipendenti comunali scendono giovedì in piazza per manifestare alla città tutto il loro disagio per la mancata corresponsione degli stipendi. Il sindaco Antonello Buscema ha tentato in tutti i modi di scongiurare il corteo e la manifestazione che si terrà lungo il corso Umberto rivolgendosi con un appello ai rappresentanti sindacali ed ha anche informato il prefetto visto che venerdì è anche in programma un sit – in davanti al palazzo dell’Ufficio del Governo.

Antonello Buscema assicura che lo stipendio di settembre sarà in pagamento venerdì ed assicura un fine anno più tranquillo grazie alla concessione di un accordo con la Regione che assicurerà un prestito di cinque milioni di euro. Lo ha detto anche l’assessore regionale al Bilancio Gaetano Armao.

La comunicazione ufficiale tuttavia non è ancora pervenuta a palazzo S. Domenico né si ha notizia della formalizzazione della concessione della somma che consentirebbe di far fronte ad una lunga serie di impegni nei confronti di dipendenti, lavoratori delle cooperative e della società partecipate.

Dice il sindaco Buscema: «Assicuro che questa amministrazione sta perseguendo tutte le strategie necessarie ed adeguate per garantire i livelli di liquidità necessari ai fini della regolarità di cassa fino alla fine dell’anno , attraverso il coinvolgimento dei competenti assessorati regionali. Essendosi create le condizioni per fronteggiare nell’immediato il ritardo del pagamento per la mensilità di settembre, invito a soprassedere alle iniziative programmate per i prossimi giorni e si manifesta la massima disponibilità a continuare da subito l’interlocuzione sulle delicate tematiche in questione».

La posizione dei sindacati


I sindacati fanno fronte comune e scendono in piazza, gli operatori ecologici sono in agitazione. E’ quasi un muro contro muro tra amministrazione e dipendenti dopo la mancata corresponsione degli stipendi. Il sindaco e l’assessore alle Entrate avevano annunciato il pagamento del mese di settembre ai comunali ma così non è stato, almeno finora.

Le buone notizie per Antonello Buscema arrivano da Palermo dove l´assessore Gaetano Armao ha assicurato l´impegno per il prestito da 5 milioni di euro a favore del comune. Ha detto Armao: "Aiuteremo Modica perchè è un caso eccezionale ma ha anche dimostrato di avere voltato pagina rispetto al passato".

I sindacati hanno deciso di protestare, a prescindere. Lo faranno giovedì con un corteo che sfilerà da piazzale Falcone Borsellino dalle 7.30 alle 11 quando i dipendenti rientreranno nei posti di lavoro. La decisione di tenere questa forma di protesta è stata presa in modo unanime da Cgil, Cisl, Uil, Sulpm e Silpol a conferma che gli animi sono ormai esacerbati ed anche la frammentazione sindacale rispetto alla sicurezza ed alle garanzie per i lavoratori sono stati superate. Il Silpol ha avuto mandato dall’assemblea dei Vigili di verificare se ci sono margini per intavolare una trattativa con l’amministrazione che porti alla risoluzione dei problemi.

I Vigili sono tuttavia pronti ad attivare un contenzioso legale davanti al Giudice del lavoro per ottenere l’emissione di decreti ingiuntivi relativi alle due mensilità arretrate ma anche al salario accessorio costituito dalla reperibilità, dai turni festivi, dallo straordinario. I vigili lamentano le condizioni di precarietà in cui si trovano ad operare al di là delle scarse risorse finanziarie; non possono disporre di attrezzature moderne ma devono fare i conti con computer superati ed autovetture inadeguate, il vestiario non è stato rinnovato da 8 anni a questa parte ed i prontuari non sono stati aggiornati.

Nel maggio del 2007 fa i dipendenti comunali avevano sfilato per le vie della città (nella foto) per lo stesso motivo ed evidentemente la situazione non è di molto cambiata almeno rispetto alla puntualità degli stipendi. Venerdì invece i sindacati hanno organizzato un sit - in Prefettura ed hanno chiesto al rappresentante del Governo in provincia di ricevere una delegazione che rappresenterà la situazione. I sindacati si riservano inoltre altre iniziative se la situazione non dovesse accennare a migliorare. La paura infatti è che l’amministrazione non riuscirà ad assicurare tutti gli stipendi da qui a Natale se non intervveranno fatti nuovi ma la notizia del prestito potrebbe mettere tutti d´accordo.