Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 809
MODICA - 30/10/2011
Attualità - Auspicata una presenza sul territorio ed il servizio del vigile di quartiere

Chiusura caserma a Frigintini, Pd e Comitato non ci stanno

Da domani, dopo 60 anni, la caserma sarà solo un ricordo ma il Comitato non si esime di ringraziare l’Arma dei carabinieri per il servizio assicurato

Chiuso il capitolo della caserma di Frigintini il comitato pensa già al futuro ed il Pd parla di «onorevole fallimento nazionale». Il Pd attacca coglie l’occasione per attaccare a tutti i livelli la politica nazionale con i tagli lineari che in periferia rischiano di mettere a rischio istituzioni e presidi come caserma, tribunale, così come è avvenuto per la ferrovia ed il quarto polo universitario.

Dice il Pd: «La chiusura della caserma dei carabinieri di Frigintini, ha dimostrato che non solo il governo nazionale non condivide la necessità - anche simbolica - della presenza dello Stato in un territorio di 5 mila abitanti (che ha tutte le caratteristiche di un paese e non di una frazione), ma anche - come per il tribunale – che a Roma nessuno tiene conto del contesto economico e sociale dove tribunale e caserma operano. Senza contare che la loro soppressione rappresenta non un risparmio ma un ulteriore spreco di risorse economiche».

Nella frazione tra i residenti c’è amarezza e soprattutto in seno al comitato che si era appositamente costituito per evitare la chiusura del presidio. Da domani, dopo 60 anni, la caserma sarà solo un ricordo ma il comitato non si esime di ringraziare l’Arma dei carabinieri per il servizio assicurato in questi anni. Dice il comitato in una nota: «I cittadini non sono nostalgici di qualcosa di astratto ma delusi da una disattenzione politica che a vari livelli non ha saputo risolvere il problema della caserma, per come la comunità di Frigintini operosa e civile ha chiesto ed avrebbe meritato. Non resta che salutare con un «arrivederci» la dipartita dell’Arma dei Carabinieri di Frigintini, sperando che nell’immediato futuro si possano creare i presupposti per la riapertura di una Caserma, anche perché certamente la popolazione di Frigintini saprà reagire ed organizzarsi, riprendendo il progetto di autonomia amministrativa già presentato alla Regione Siciliana alcuni anni fa, al quale lo scrivente partecipò attivamente nella stesura.

I cittadini di Frigintini, vivono un sentimento di grande amarezza e rammarico per avere confidato negli amministratori e nei parlamentari del nostro territorio, nell’avere riposto su di loro speranze e fiducia per la crescita della Frazione (dichiarazioni e proclami lasciavano sperare).» Al sindaco viene ora chiesto l’istituzione di un presidio di Vigili Urbani nella frazione ed il vigile di quartiere per l’intera giornata così come era stato programmato da tempo. Il comitato si è detto fiducioso inoltre sugli impegni assunti davanti al prefetto di Ragusa, Giovanna Cagliostro, da parte dei vertici delle forze dell’ordine affinchè sia intensificato il pattugliamento delle contrade della frazione. Il prefetto si è speso in questo senso ed ha assicurato la massima attenzione per venire incontro alle legittime aspettative dei residenti.