Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 673
MODICA - 27/10/2011
Attualità - Il presidente della Regione non sarà presente alla inaugurazione, domani il via alle 16

Chocobarocco al via, Michele Cucuzza nel salotto dell´auditorium "Floridia"

L’incontro con Cucuzza alle 20,Annarita Merli, responsabile delle Attività culturali e centro studi della Compagnia del Cioccolato, lo intervisterà
Foto CorrierediRagusa.it

Conto alla rovescia per l’apertura di Chocobarocco 2011. Oggi alle 16 è prevista l’apertura del chocovillage e degli stand che sono ormai in fase avanzatissima di allestimento lungo il corso Umberto.

All’inaugurazione della manifestazione non potrà essere presente Raffaele Lombardo; il presidente della Regione lo ha infatti comunicato al sindaco mandando un messaggio inaugurale auspicando un grande successo per un evento sostenuto in buona parte dalla Regione. La prima giornata di Chocobarocco, oltre alla apertura delle mostre Italia in Miniatura e Chocosculture, rispettivamente al centro culturale di S. Francesco La Cava e palazzo della cultura prevede ella 19 l’apertura della mostra, «1960, il mondo ai tempi de «la Dolce Vita» alle 19 al Palazzo della Cultura con la presentazione di Tatti Sanguineti.

Alle 20.00, invece, sarà inaugurato il nuovo Auditorium «Pietro Floridia», l’ex Cinema Moderno, in piazza Matteotti. Il giornalista Michele Cucuzza (nella foto), conduttore televisivo di successo, scrittore e blogger sarà l’ospite di eccezione. Cucuzza si intratterà in una conversazione con Annarita Merli, responsabile delle Attività culturali e centro studi della Compagnia del Cioccolato.


28/10/2011 | 11.31.45
Melo

Ma di che stiamo parlando? Il fatto nudo e crudo è che 20 vigili, visto l´assalto di visitatori dell´ultimo anno, sono ne-ces-sa-ri. Che vengano da Torino o Aosta non importa: verranno pagati senza ulteriori aggravi.
Fin qui i fatti. L´opinione mia è che tali agenti saranno certamente di origine iblea e che quindi lavoreranno con solo un rimborso parziale delle spese.
Mi pare insomma che l´articolo voglia impallinare in tutti i casi l´amministrazione Buscema: sia che chiami 20 vigili di supporto (necessari perché gli ausiliari non hanno le stesse funzioni) sia che non li chiami, precipitando nel caos la città.
Bah. Chissà perchè ce l´avete tanto con l´attuale amministrazione.