Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1069
MODICA - 01/02/2008
Attualità - Modica - Il manufatto non è mai stato particolarmente amato

Fontana a secco da 8 mesi:
tentativo di sabotaggio?

Nessuna spiegazione dall’ufficio tecnico Foto Corrierediragusa.it

Il mistero della fontana. Disattenzione, mancanza di risorse o tentativo di sabotaggio ? La fontana di piazza Corrado Rizzone (nella foto) è a secco da otto mesi e nessuno riesce a dare spiegazioni per la mancata attivazione del sistema di circolazione dell’acqua.

Il manufatto disegnato da Giorgio Cellini è ormai ridotto ad un cumulo di pietre a secco dove l’acqua, elemento essenziale e fondamentale per una fontana, non scorre più. La manutenzione delle superfici e dei motori della fontana era stata affidata ad una impresa che con cadenza bimestrale operava la pulizia, rimuoveva scorie e materiali che man mano si andavano accumulando ai bordi dell’anello lungo le superfici in pietra.

Nessuna notizia precisa è fornita dall’ufficio tecnico comunale sotto la cui competenza ricade la fontana di piazza Rizzone. Per qualcuno c’è il ricorrente motivo di opere manutentive non pagate che ha bloccato di fatto la fontana. Per i malpensanti, alla luce delle polemiche e delle contrapposizioni forti sulla fontana di Cellini, c’è il tentativo di indurre stanchezza e ulteriore rabbia nei cittadini per provocare un moto di repulsione e di definitiva avversione tanto da indurre alla sua rimozione.

Facile a questo punto tirare le somme; se la fontana ha ragione e senso di esistere che la si faccia funzionare la meglio perché non ha senso avere una fontana senza acqua; se invece si vuole arrivare alla sua eliminazione si faccia finalmente chiarezza e non si porti la storia tanto per le lunghe.

Quanto succede per la fontana di piazza Rizzone si verifica anche per il progetto dell’ex palazzo delle poste. Dopo averlo acquistato l’amministrazione ha lanciato un concorso di idee, già concluso ed aggiudicato ad uno studio di Ragusa dichiarato vincitore del concorso. A distanza di un anno non è successo niente o quasi. L’unica novità è stato il cambiamento del telone che ricopre il sito occupato dal palazzo quasi a coprire e far dimenticare l’esistenza del problema.