Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1390
MODICA - 16/10/2011
Attualità - Il progetto "Legalità 2011" promosso dall’Istituto superiore "Verga"

Legalità e questione morale coinvolgono gli studenti

E’ intervenuto tra gli altri Fabio Granata, vicepresidente nazionale della Commissione antimafia
Foto CorrierediRagusa.it

A lezione di legalità è stato il tema del convegno promosso dall’Istituto Verga che ha visto la partecipazione di numerosi studenti delle scuole superiori della città. Il tema della questione morale proposto è stato molto sentito e dibattuto nel corso della giornata grazie anche al contributo di Fabio Granata, vicepresidente nazionale della Commissione Antimafia e di Gaetano Scollo, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Modica.

Il dirigente scolastico del Verga, Alberto Moltisanti, ha introdotto i lavori spiegando perché la scuola ha sentito il bisogno di promuovere il progetto. L’educazione alla legalità, ha ricordato il dirigente scolastico, parte dalla scuola ed è la prima palestra di vita. «Le regole – ha detto Alberto Moltisanti – non sono e non vano vissute come una imposizione ma accolte come indispensabili e rappresentano il t sociale che garantisce libertà e dignità». Dopo gli interventi del sindaco Antonello Buscema e del presidente della Provincia Frano Antoci, Fabio Granata dal suo canto si è intrattenuto con gli studenti in un faccia a faccia in cui il ruolo dei politici; il rispetto della legalità da parte di chi riveste alte cariche di rappresentanza è stato il tema principale.

«Ai politici – ha detto Granata, suscitando lo spontaneo applauso dei presenti – tocca ancora di più il rispetto della legge ed essere al di sopra di ogni sospetto». Il premio «Legalità 2011» istituito dalla scuola e diretto agli studenti delle ultime classi è andato a Simona Carpenzano della 5a B del Liceo Artistico « Tommaso Campailla». I due giurati, Marisa Scopello e Giorgio Cavallo, hanno scelto l’acquerello raffigurante una scacchiera con una bilancia che «pesa» la società e la giustizia come il più originale contributo al concorso.

(Nella foto il gruppo dei premiati)